A ciascuno la sua libreria

di Alessandra Oristano

A tutta parete o posizionate al centro del living, totem o minimal, freestanding o girevoli, le librerie sono piccole architetture che caratterizzano gli spazi dell’abitare e lo stile di vita.

A parete o integrate al sistema boiserie Modulor, le composizioni sospese del sistema Self  di Rimadesio hanno una grande flessibilità progettuale. La versione scrittoio, Self Plan  con cassetti in similpelle risulta una postazione home-office perfettamente funzionale e conquista i follower di Gentleman, nel sondaggio proposto su Instagram, con il 75% delle preferenze.

Self Plan di Giuseppe Bavuso per Rimadesio
Libreria girevole Page di Minotti

La libreria Page di Minotti rimanda ad architetture contemporanee nel contrasto materico tra interno in laccato lucido ed esterno in wengé color Moka dei tre parallelepipedi che la compongono e funge anche da mobile bar.

Scultorea, la libreria Venus disegnata da Fabio Novembre per Driade ottiene il 68% delle preferenze. Fonde insieme l’arte, la possibilità di godere della sua bellezza, e funzione, a cui il design non può mai sottrarsi. Resta un arredo manifesto dell’opera visionaria da Franco Albini la libreria Veliero disegnata nel 1940 e prodotta da Cassina.

Venus di Fabio-Novembre per Driade
Veliero di Franco Albini per Cassina

Booken di Lema è una libreria di concetto più che di forma, dove i volumi assumono una nuova funzione come piano d’appoggio e raggiunge il 55% delle preferenze. “Ci siamo ispirati al fatto che le persone non rileggono così spesso i romanzi che hanno sulle mensole”, dicono i Raw Edges. La biblioteca si trasforma da elemento verticale a elemento orizzontale. Conteso il confronto con la serie di mobili contenitori a giorno in cristallo stratificato 5+5 mm disegnati da Piero Lissoni per Glas Italia (45%).

Booken di Raw-Edges per Lema
Librerie Dr Jekyll and Mr Hyde di Piero Lissoni per Glas Italia

 

La libreria Cloud di Ronan & Erwan Bouroullec per Cappellini (63%) è un elemento d’arredo originale, dal gusto pop, che può essere personalizzata: i moduli, infatti, possono essere aggregati nella posizione desiderata, per dar vita a una struttura ad alveare.

Altrettanto stravagante la libreria autoportante e girevole in legno laccato, laminato e acciaio di India Mahdavi.

 

Cloud di Ronan and Erwan Bouroullec di Cappellini
Libreria girevole di India Mahdavi

Wall System di Poliform progetta la libreria come centro funzionale della vita quotidiana, con la massima versatilità compositiva ed estetica (65%). Asseconda la personalità e lo stile di vita di chi la sceglie anche la libreria System disegnata da Piero Lissoni per Porro che può anche dividere diversi ambienti del living.

Wall System di Poliform

System di Piero Lissoni per Porro.

Minimal, la libreria Supergiù di Morelato, con le sue linee asimmetriche, si adatta a spazi contemporanei, ma è anche capace di caratterizzare contesti più ricercati (77%).

Allegra, colorata, contraddittoria, tipica del design ispirato alla Pop Art degli anni ’80, la libreria Totem disegnata da Ettore Sottsass per Menphis Milano continua a stupire.

Supergiù di Marco Ferreri per Morelato.
Libreria Carlton di Ettore Sottsass per Memphis.

gentleman editoriale gentleman&Lei dicembre

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo