Ad Alba è tempo di tartufo

di Magda Mutti

Un viaggio del gusto tra Langhe e Monferrato per degustare i migliori menù dov’è protagonista il re dell’autunno: il tartufo bianco d’Alba

tartufo Alba
Uovo al tartufo dello chef Daniel Zeilinga del Fàula di Casa Langa, a Cerretto (Cn).

Un viaggio del gusto tra Langhe e Monferrato per degustare i migliori menù dov’è protagonista il re dell’autunno: il tartufo bianco d’Alba. Ecco dove degustarlo al meglio accompagnato da grandi vini rossi.

Andar per Langa, come dicono i locali, è il vagabondare epicureo tra vigneti e profumi di cucina. L’autunno è la stagione migliore, all’appello dei sapori si presentano i tartufi, copiosi o rari che siano, comunque a prezzo crescente.

Di certo c’è che il tartufo bianco d’Alba è sempre il più apprezzato e richiesto. Di nuovo c’è che, come dice Luigi Dattilo a capo di Appenino Food Group, quotato in borsa, 32 tonnellate di tuberi commercializzati, il tartufo non è più l’ospite di una ricetta, ma il protagonista.

Gli appassionati di tartufo non si accontentano più di sedersi a tavola ma pianificano il fine settimana per andare nei boschi con il trifolau e i suoi segugi.

L’area magica del tartufo bianco langarolo si estende a sud del Po fino ai 700 metri dell’Appenino: è il bacino dei tajarin, dei formaggi, dei bolliti e di star come il Barolo.

Villaggio Narrante

Un’esperienza a tutto tondo è proposta dal Villaggio Narrante (Serralunga d’Alba), l’insediamento creato da Emanuele Alberto attorno alla cantina Fontanafredda, con il borgo storico appartenuto agli agricoltori, la Villa Reale alcova agreste di Vittorio Emanuele II e la Bella Rosina, e la Casa dei Conti Mirafiore. Siamo tra 120 ettari principalmente a Barolo e Patrimonio Unesco.

tartufo Alba
Un panorama dall’alto del Villaggio narrante a Serralunga d’Alba.

La famiglia Alciati governa le cucine: nella sala reale della Villa c’è Guido ristorante, una stella Michelin e 2 forchette Gambero Rosso, nell’Osteria Disguido anche salumi e formaggi nativi; la Casa è una collana di ex edifici industriali convertiti all’ospitalità. Un soggiorno consente: calici di nobili rossi, menù Barolo e tartufo, stage di tartufi e caccia guidata. Mangia, bevi e ascolta.

Relais Einaudi

Succede al Relais dei Poderi Luigi Einaudi a Dogliani (Cn), tra i vigneti di Nebbiolo sui terreni dell’ex Presidente della Repubblica. Al fianco della nobile dimora piemontese sta la cantina dei noti cru Cannubi, Bussia e Monvigliero.

tartufo Alba
Il Relais I Poderi Luigi Einaudi a Dogliani (Cuneo).

I Poderi Luigi Einaudi compiono 125 anni e per l’erede al comando, Matteo Sardagna Einaudi, è doveroso festeggiare, così si è aggiunto il cugino Ludovico Einaudi, celebre musicista che all’occasione dedica un brano. Per ascoltarlo basta inquadrare il qr sull’etichetta del Dolcetto della Casa.

Il consiglio gourmand viene da Matteo, l’Osteria Battaglino a Dogliani, taverna senza infingimenti. Allora: la pasta dai tajarin si fa con 40 tuorli, più tartufo; la cruda piemontese idem. Dessert: zabarolo, zabaglione al Barolo.

Relais Sant’Uffizio

A Cioccaro (At) nel Monferrato c’è il Relais Sant’Uffizio, ex convento cinquecentesco trasformato dalla famiglia Chang, tycoon taiwanesi innamorati del nostro Paese, in hotel di charme: 55 suite, piscina, spa e locanda stellata orchestrata da Enrico Bartolini, il locale è affidato al giovane chef albese Gabriele Boffa, ben 3 forchette Gambero Rosso.

relais sant'uffizio
Lo chef albese Gabriele Boffa del Relais Sant’Uffizio a Cioccato (At).

A parte plin perfetti, al Relais Sant’Uffizio è da provare il signature Raviolone di semolino, che include la toma di Murazzano, in salsa al fieno d’alpeggio e spinacino, più topping di tartufo bianco. Particolare è il Filetto affumicato al burro di nocciole lamellato di champignon. Chi vuole andare, all’alba, a caccia di pepite bianche nei boschi monferrini con trifulau e taboj (il cane) si prenoti per tempo.

La Ciau del Tornavento

Nel Cuneese, a Treiso, La Ciau del Tornavento è l’altro tempio culinario. Maurilio Garola, lo chef patron, fa brillare il tartufo a ogni piatto, anche il più basico come l’uovo: lo depone sull’Uovo al burro, lo include nell’Uovo in cocotte e via tartufando fin sopra al gelato di panna cotta con salsa al caramello!

tartufo Alba
Maurilio Garola, chef patron della Ciau del Tornavento a Treiso (Cuneo).

La cantina annovera 70mila bottiglie per 18mila etichette, le più preziose in un caveau. Barbaresco sta a 10 minuti d’au- to dove un’altra osteria-enoteca sa il fatto suo, Campamac, nota per le carni dry-aged (lunga frollatura) e i formaggi, ma da novembre piove tartufo sulla pasta fresca preparata secondo regola, 40 tuorli.

Casa Langa

Per incensare Casa Langa a Cerretto (Cn) si è scomodato perfino il National Geographic segnalandolo come «escape gourmet». In effetti, il resort di lusso ecosostenibile, che ha suite di design e logge affacciate a vigneti e, con piscina a sfioro vista su Serralunga, è ameno e la cucina è ghiotta.

Ma un dettaglio distingue Casa Langa, il proprietario americano Kyle J. Krause vi ha creato un parco tartufigeno con pioppi, querce e tigli. C’è un truffle concierge che organizza escursioni con cani Lagotto e maestri tartufai, e dispensa consigli per gli acquisti. Il ristorante Fàula con Daniel Zeilinga propone menù a base di tartufo, menù solo vegetali e piatti piemontesi rivisitati.

La Raia

L’eco farm La Raia è relax, arte e vini secondo natura. La grande casa verde, ex stazione di posta, è ora boutique hotel con aromatario e locanda elegante dove assaggiare i piatti stellati di Tommaso Arrigoni, il cui mantra è legare i confini, in questo caso Piemonte e Liguria.

La Raia
Un tavolo dell’eco-farm La Raia apparecchiato all’aperto con vista vigneti.

Tra le specialità, il Soffice di patata con tuorlo, dadini di topinambur, formaggio Montebore e tartufo e gli Gnocchetti con ragù di manzo battuto, funghi porcini e maggiorana. Qui si fa anche scuola di cucina del plin ed esperienze degustative con la wine tour manager della tenuta biodinamica Elena Passi. Opzioni da prenotare.

gentleman editoriale gentleman&Lei dicembre

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo