L’estremo della tecnologia

di Nicola D. Bonetti

Angelelli Automobili super performante. Nata da anni di studio e dai numerosi brevetti che spaziano dal design aerodinamico all’utilizzo di nuove tecnologie, quali un telaio innovativo con l’applicazione tecnica del Generative Design e l’ottimizzazione delle strutture con successiva stampa 3D in lega titanio-alluminio, che arriva alla finezza dell’effetto lattice all’interno.

Sistema costruttivo unico, che conferisce maggiore rigidità nei punti di stress del telaio e leggerezza dove invece le sollecitazioni sono inferiori, quasi a richiamando la struttura ossea dei volatili.

Molte le innovazioni della supercar D-ONE: superfici mobili per l’aerodinamica attiva, la stampa sinterizzata di materiali metallici tramite robot creati appositamente, assenza di saldature e incollaggi nel telaio, tecnologia di visione a 360°, head-up display per la strumentazione del pilota e tripla telecamera per i retrovisori privi di specchi; non ultima la tecnologia predittiva: elementi che rendono il progetto primo al mondo tra settore auto e mortosport con l’applicazione di tecnologie così avveniristiche.

Angelelli Automobili superperformante
Angelelli Automobili D1 Racing Superperformante

Super performante D-ONE Racing, la nuova hypercar italiana, estremizza numerosi concetti aerodinamici espressi dalla versione stradale D-1: con unità di propulsione ibrida, concentra tecnologie per esaltare le prestazioni e la maneggevolezza, sia in pista sia su strada. Rielaborando il concetto di stile italiano delle prime supercar in chiave attuale.

La vettura, attualmente con omologazione solo per la pista, è realizzata sulle specifiche del cliente, a conferma di come Angelelli Automobili intenda mantenere vivo il design e lo spirito manifatturiero italiano di costruttore di auto che realizza, pezzo per pezzo a mano, vetture ad altissime prestazioni e one-off. Cioè l’essenza stessa del concetto taylor made.

Uno sguardo alla scheda tecnica: motore V6 Twin-Turbo da 1.6 litri e due motori elettrici da 280 kW sull’asse anteriore, per una potenza combinata totale (di picco) di un migliaio di kW (oltre 1350 cavalli, usando unità obsolete), con trazione integrale.

Ci sarà anche una versione completamente elettrica, con potenza di oltre 1200 kW, sempre a quattro ruote motrici.

Angelelli Automobili superperformante

A livello stilistico, la nuova vettura gode di un complesso sistema di flussi d’aria interni alla carrozzeria che incollano l’auto al terreno tramite 20 superfici aerodinamiche attive e l’elettronica che ne controlla gli angoli di incidenza in accelerazione, velocità e frenata, offrendo una deportanza variabile da 600 a 1650 kg.

Disegnata da Davide Angelelli, la vettura è stata sviluppata dai tecnici di Aeromeccanica, in stretto contatto con ingegneri che hanno creato diverse vetture iconiche di serie e da competizione, implementando e validando questo progetto.

Per confermare l’attitudine supersportiva, la nuova D-ONE Racing monterà motore e volante derivati da quelli in uso in Formula 1, mentre il cruscotto sarà un unico monitor led con funzioni touch, completamente riconfigurabile dal pilota sia nelle informazioni da riportare che nella grafica.

Un head-up display per il pilota con funzioni interattive sul casco (in caso di guida in pista) implementerà la parte strumenti.

La vettura è stata testata per oltre 150 mila km in modo virtuale su diversi tracciati blasonati di tutto il mondo e su circuiti di prova studiati e realizzati per il progetto, con test di velocità di punta con riscontri positivi per velocità anche di 500 km/h, con dati definitivi presto comunicati.

Angelelli Automobili superperformante

La tecnologia è sorprendente. Aerodinamica aerospaziale: l’assetto è molto ribassato e 20 deviatori di flusso durante la marcia a velocità sostenuta incollano la vettura all’asfalto, aumentandone la tenuta e, in frenata, come sugli aerei supersonici, le superfici attive fungono da freno aerodinamico, riducendo lo stress dell’impianto frenante.

Struttura monolitica: il pregio speciale è la costruzione monolitica senza giunzioni né saldature o viti. Frutto di studi sulla progettazione generativa, è realizzata da robot per la sintetizzazione del metalli.

La vettura sarà implementata dalla tecnologia di visione panoramica a 360°, Virtualmind Real 360°, frutto di alcuni brevetti del marchio, con assenza dei retrovisori.
Manca solo un dettaglio: il prezzo. Alcune realizzazioni non così ricche di contenuti unici, sparano alto, recentemente anche molto alto.

Dedicate a collezionisti, appassionati e gentleman driver, i nuovi modelli mirano a diventare il riferimento delle future auto sportive. Eppure il loro costo è relativamente limitato, considerando lusso ed esclusività, non solo tecnologica, indicativamente a 1,3 milioni per D-ONE stradale e 1,7 per D-ONE Racing.
www.angelelliautomobili.com

gentleman editoriale gentleman & lei maggio

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo