I cinque consigli per correre bene di Stefano Baldini

di Samantha Primati

Stefano Baldini, oro olimpico alla maratona di Atene 2004 regala a Gentleman cinque consigli per correre bene, anzi per correre meglio.

gentleman sport benessere cinque consigli per correre bene stefano baldiniConsigli per tutti. Dedicati a chi si approccia a questa disciplina, e a chi la pratica da tempo. Dal più lento al più veloce. Perché c’è sempre qualcosa da imparare.

gentleman sport benessere cinque consigli per correre bene stefano baldini

1. Fare attivazione. L’obbiettivo primario è quello di abbassare il più possibile il costo energetico per far sì che, con le stesse energie si riesca correre più velocemente o più a lungo. Per ottenere questo bisogna essere il più decontratti possibile quindi, prima di svolgere qualunque tipo di attività sportiva, è bene fare un po’ di mobilità. Esercizi di stretching attivo come piccoli slanci, qualche molleggio sui polpacci, circonduzioni di braccia, in modo da partire che si è già un po’ caldi.

gentleman sport benessere cinque consigli per correre bene asics metaspeed
Asics Metaspeed

2. Acquistare le scarpe giuste. Perché le calzature rappresentano la chiave del correre con più soddisfazione e risultati. Ognuno di noi ha un appoggio del piede diverso dagli altri ed è importante calzare le scarpe giuste adeguate alla propria fisiologia. Nei negozi specializzati di corsa si possono fare test con attrezzature altamente tecnologiche per riuscire a individuare la scarpa giusta per ogni tipo di corridore. Il mio suggerimento è portare sempre un paio di scarpe vecchie con sé quando si acquista perché il negoziante, guardando in che condizioni sono suola e intersuola possa raccogliere informazioni molto utili.

gentleman sport benessere cinque consigli per correre bene Garmin_Running Dynamic Pod
Running Dynamics Pod di Garmin

3. Curare la tecnica di corsa. Attraverso l’utilizzo di una persona esterna, un coach o una tecnologia che consente di raccogliere informazioni sulla propria tecnica di corsa. Oppure attraverso una fascia cardio o uno strumento come il Running Dynamics Pod di Garmin, un accelerometro da agganciare sulla parte posteriore dei pantaloncini che raccoglie i dati di postura, potenza, appoggio e molto altro.

gentleman sport benessere 4. Allenamento. Variare il programma di allenamento, siamo sempre troppo legati all’uscita sempre uguale a se stessa, mentre variare con uscite più brevi e più veloci, alternate a uscite più lunghe e più lente permette di avere più soddisfazione. Inoltre questa alternanza tiene stimolato il piede che è il punto di appoggio al terreno e permette di avanzare anche quando ci si muove nelle attività quotidiane.

gentleman sport benessere

5. Curarsi. Uno dei più importanti tra i cinque consigli per correre bene di Stefano Baldini. E farlo attraverso l’aiuto di un fisioterapista, almeno ogni dieci giorni, permette di mantenere la catena muscolare allungata, non solo, anche di recuperare le fatiche di un allenamento sportivo legato soprattutto a una vita quotidiana lavorativa che è molto stressante e fatta di cattive posture. Tenendo sempre a mente che il recupero è importante tanto quanto l’allenamento.

 

 

gentleman editoriale gentleman&Lei dicembre

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo