Con Defy Skyline Zenith sfida il cielo

di Davide Passoni

Defy Skyline di Zenith, come dice il nome, sfida il cielo e grazie al movimento automatico El Primero, ha le carte in regola per diventare un best seller

zenith defy skyline
Zenith Defy Skyline è stato presentato a gennaio durante la Lvmh Watch Week.

Presentato a gennaio durante la Lvmh Watch Week, con Defy Skyline Zenith entra alla grande nel segmento degli sportivi con bracciale integrato. All’appuntamento digitale i marchi orologieri del gruppo francese Bulgari, Hublot, TAG Heuer e Zenith hanno presentato alcune delle novità per il 2022. Tutti orologi belli e affascinanti, ma  Zenith Defy Skyline ha le carte in regola per diventare un best seller.

zenith defy skyline
Defy Skyline di Zenith ha uno dei suoi punti di forza nel design.

Il design

L’orologio può contare sul Dna che caratterizza la collezione Defy fin dal suo lancio nel 1969: design riconoscibile e prestazioni di alto livello. Sotto il profilo del design spicca il quadrante stellato con finitura effetto “soleil”, impreziosito da un motivo con stelle a quattro punte incise e allineate, moderna interpretazione del logo Zenith “double Z” degli anni 60.

zenith defy skyline quadrante
Il quadrante di Zenith Defy Skyline con motivo con stelle a quattro punte incise e allineate.

La cassa in acciaio è ottagonale, mentre la lunetta ha dodici lati, ciascuno dei quali corrisponde a uno degli indici applicati sul quadrante. Cassa e lunetta alternano finiture lisce e satinate, che danno una forte dinamicità all’intero design dell’orologio. La corona è avvitata, impreziosita dal logo a forma di stella di Zenith e garantisce al segnatempo un’impermeabilità di 10 atmosfere, rendendolo adatto a qualsiasi situazione.

Altro punto forte del design del Defy Skyline è il bracciale integrato in acciaio. È caratterizzato da una superficie satinata dai bordi smussati e lucidi, in linea con i contorni della cassa sfaccettata; la larghezza delle maglie va via via restringendosi passando dalle anse integrate alla fibbia deployante a farfalla. Questo particolare disegno lo rende morbido e avvolgente sui polsi di qualsiasi dimensione.

La meccanica

Oltre all’estetica, però, c’è anche la meccanica. Quando si parla di Zenith, si parla di un marchio che della precisione e della eccellenza nelle prestazioni ha sempre fatto due dei propri segni distintivi. Nella cassa del Defy Skyline batte infatti il nuovo movimento El Primero 3620 a carica automatica, realizzato con un’architettura simile al cronografo El Primero 3600 con precisione di lettura a 1/10 di secondo.

Il lavoro del nuovo calibro di manifattura, visibile attraverso il fondello in vetro zaffiro, si esprime sul quadrante nel movimento della lancetta visibile nel contatore a ore 9. Essa ruota velocissima perché è mossa direttamente dallo scappamento, che pulsa a 36.000 alternanza/ora, e ha una precisione di lettura al 1/10 di secondo. È l’indicazione “naturale” di una frazione di secondo.

Bracciale integrato e alte prestazioni

Questa è decisamente la caratteristica che distingue lo Zenith Defy Skyline dai molti altri orologi con cassa e bracciale integrato. Una tipologia di segnatempo sportivi nata negli anni 70, interpretata da diversi marchi e, oggi, un segmento di mercato nel quale Zenith entra con la sua proposta originale. Una proposta che non poteva non essere forte dal punto di vista tecnico, prima che da quello estetico.

zenith defy skyline caucciù
Zenith Defy Skyline è disponibile anche con il bracciale in caucciù nero, blu e verde.

L’orologio è disponibile con quadrante blu, nero o argenté e, oltre al bracciale in acciaio, possono essere montati dei cinturini in caucciù: blu con il quadrante blu, nero con quello nero, verde con il quadrante argenté.

gentleman editoriale gentleman&Lei dicembre

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo