Gentleman Settembre. Elogio della creatività

di Giulia Pessani

gentleman settembre 2022Dalle Journées Particulières, organizzate dal Gruppo Lvmh e inventate da Antoine Arnault, alle linee visionarie dei superyacht che nascono nei cantieri italiani. L’eccellenza ha sempre alla base il coraggio e la fantasia​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​. Da scoprire nel nuovo numero di Gentleman Settembre.

«La creatività è contagiosa, trasmettila», Albert Einstein. È la strada che Antoine Arnault, ceo di Berluti, presidente di Loro Piana, direttore della comunicazione del Gruppo Lvmh, ha scelto per raccontare l’essenza che unisce tutte le marche della costellazione del più importate polo del lusso mondiale, fondato nel 1987 da suo padre, Bernard.

Dalle sfumature uniche delle calzature Berluti agli Champagne Dom Pérignon, da Dior a Bulgari, da Louis Vuitton a Loro Piana, dalle colonie di Acqua di Parma agli Hotel Belmond, tra cui spiccano il Cipriani di Venezia e lo Splendido di Portofino, il Gruppo Lvmh spazia in tutti i settori del bello e del ben fatto.

Il filo rosso che lega ogni marca è proprio la creatività, senza la quale, come racconta Antoine Arnault nell’intervista di copertina, il lusso è privo di magia.

«Alla base di ogni marca e di ogni successo ci sono due persone, chi decide come sarà un prodotto, cioè lo stilista, e di chi lo realizza, cioè l’artigiano, che è altrettanto importante. Noi manager poi orchestriamo l’esecuzione. Ma senza questa creatività non riusciremmo a portare i big spender nelle boutique di Parigi, Milano, Londra o Shanghai».

Da qui l’idea di mostrare al grande pubblico che cosa ci sia dietro le quinte del lusso, fare toccare con mano l’autenticità dei prodotti o delle esperienze (nel caso, per esempio, dell’hôtellerie). Sono nate così nel 2011 le Journées Particulières, un weekend che quest’anno si replica dal 14 al 16 ottobre per 57 brand del Gruppo, in 95 città e angoli segreti del mondo.

Una potenza di fuoco che solo un polo del lusso della misura di Lvmh è in grado di predisporre e che ha anche un altro scopo: modificare la dicotomia fra la percezione e la realtà del Gruppo.

«Ci rappresentavano solo con numeri stratosferici e continue acquisizioni… Ma noi siamo prima di tutto appassionati custodi del patrimonio di ogni marca. E il nostro primo obiettivo non è certo diluire queste unicità, francesizzarle. Quanto piuttosto rafforzarne le origini, mettendo a disposizione i nostri mezzi e le nostre competenze».

A settembre, tre appuntamenti per il Gentleman Yachting Club, cioè per i lettori (e gli investitori) che da anni seguono gli articoli e gli approfondimenti che questo giornale dedica alle barche. Prima in Costa Azzurra, il Cannes Yachting Festival (dal 6 all’11), e poi il Salone Nautico di Genova (dal 22 al 27).

Le banchine dei due porti sfoggiano yacht spettacolari, che costano dai 10 milioni di euro in su e che sono il concentrato delle più avanzate tecnologie, del design più raffinato e, ancora una volta, il risultato di coraggiose visioni creative.

Anche in un’industria pesante come quella dei cantieri navali, senza la creatività, l’Italia non potrebbe essere la prima al mondo. Tutto questo mentre lo Yacht Club Costa Smeralda mette in scena due appuntamenti per happy few, la Maxi Yacht Rolex Cup (dal 4 al 10 settembre) e subito dopo la Rolex Swan Cup.

Sul numero di Gentleman Settembre, i piaceri della tavola, con le nuove aperture a Milano firmate dagli chef più apprezzati, le tendenze moda autunno per l’uomo, ambientate nei segreti di un raffinato giardino incantato o in un rude capanno da pescatore, accessori per weekend, aperitivi in giallo, la Biennale d’antiquariato e molte altre idee arricchiscono questo numero.

Buona lettura a tutti.

gentleman editoriale gentleman&Lei dicembre

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo