Natale di tradizione e tradizioni natalizie

di Giuliana Di Paola

Tortellini o ravioli? Ogni città italiana ha le proprie tradizioni natalizie. Ma alcune hanno superato i confini regionali. A voi la scelta Panettone o Pandoro?

tradizioni natale
Per la cena della vigilia: pasta con le sarde o spaghetti con le vongole.

In ogni città italiana ci sono tradizioni di Natale diverse, ma alcune hanno superato i confini regionali i tortellini in brodo della bassa o l’insalata di rinforzo napoletana che si ritrovano sulle tavole da Nord a Sud. Ma alcuni piatti restano più legati al territorio come la pasta con le sarde siciliana (19%) a differenza dei più trasversali spaghetti con le vongole (81%) per la cena della Vigilia.

Tradizione Natale
Protagonisti della cena di magro capitone o anguilla e baccalà o merluzzo.

Tradizione vuole che la vigilia di Natale sia di magro che da Roma in giù è sinonimo di anguilla o capitone e in su merluzzo, stoccafisso o baccalà. Fritto o in umido, sono loro i protagonisti delle tavole. Ma in questo caso non c’è stata partita: ha stravinto il baccalà, nella sua versione tipica veneta, mantecato.

.

Insalata di rinforzo
Due contorni tipici: l’insalata di rinforzo e le puntarelle.

Chiamarla insalata è riduttivo, infatti in Campania ci aggiungono la specifica di rinforzo per sottolineare quanto sia ricca e gustosa. La sfida tutta green con il suo corrispettivo romano delle puntarelle è un bel match come conferma il risultato combattuto di 47 a 53%.

Tradizioni Natale
Tortellini o ravioli in brodo per il pranzo di Natale.

Per il pranzo di Natale il primo è in molti piatti della tradizione in brodo. Ma è sulla forma che si gioca la partita, a Bologna son tortellini, nel piacentino diventano anolini e spostandosi più a ovest si trasformano in ravioli e si chiudono con un plin, come si dice in Piemonte. Ma è la tradizione emiliana a dettare legge su base nazionale con un largo 79%.

Tradizioni Natale
Gran bollito misto o arrosto ripieno, ecco i secondi più tipici.

Sul secondo piatto le tradizioni di Natale differiscono e di molto, tra Nord e Sud Italia, dove spesso si sceglie la griglia o il capretto. Più su il derby si gioca invece tra arrosto, ripieno o meno, e bolliti che seppur di misura vincono (54%) con o senza mostarda.

La sfida dei grandi lievitati è tra Panettone e Pandoro.

La sfida più grande è quella tra i grandi lievitati: Panettone o Pandoro che spesso si ricompone offrendoli insieme uniti da una dolce scia di zabaione o crema di mascarpone. Tra i lettori vince il Panettone con il 68%. Ma la gara è anche economica e lì a uscirne vincitore è la produzione artigianale su quella industriale.

gentleman editoriale gentleman&Lei dicembre

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo