Must have: gli orologi femminili

di Stefano Spinetta – Foto di H2O Studio

In oro etico rosa. Incorniciati di diamanti. Con cinturini rigidi o intercambiabili in coloratissimo alligatore. I nuovi orologi femminili sono sbocciati come fiori a primavera

gentleman orologi gli orologi femminili 1
Dall’alto, in senso orario: Collezione Classic, Breguet; Speed Master, Omega; Mini DolceVita, Longines.

Breguet

La collezione Classique di Breguet racchiude alcune delle referenze più raffinate del marchio, sia per l’uomo sia per la donna. Le proposte al femminile sono valorizzate da referenze come la 8060, con cassa in oro rosa o in oro bianco, lunetta e anse con 64 diamanti e movimento a carica automatica. Il quadrante è in madreperla naturale e l’orologio è disponibile con il cinturino intercambiabile: per il modello in oro rosa la scelta è tra blu pavone e lampone (33.300 euro).

Omega

Lo Speedmaster 38 mm è una delle referenze di Omega più apprezzate dai polsi femminili che amano la sportività e vogliono assaporare la leggenda di uno dei cronografi che hanno fatto la storia dell’orologeria moderna. Il tutto senza esagerare nelle dimensioni. La referenza in oro Sedna può contare sulla particolare brillantezza di questa lega e sulla preziosità di una lunetta adornata con diamanti. L’eleganza del segnatempo è completata dal quadrante “cappuccino”.

Longines

Alla storica collezione di Longines DolceVita della Clessidra Alata si affianca la Mini DolceVita, caratterizzata anch’essa da un design art-déco. Accanto alle referenze più classiche, si trovano interpretazioni più preziose come quella con cassa rettangolare in acciaio inossidabile da 21,50 mm x 29,00 mm, incorniciata da 38 diamanti IF-VVS Top Wesselton (4.050 euro). È disponibile in uno dei quattro colori di tendenza: oltre al blu sereno ci sono bianco avorio, verde menta e rosa fiori di ciliegio.

gentleman orologi femminili 2
Dall’alto, in senso orario: Oyster Perpetual Date Just 31, Rolex; Royal Oak Jumbo Extra-thin, Audemars Piguet;  Reverso Classico Duetto, Jaeger-LeCoultre; Twenty-4, Patek Philippe.

Rolex

Il Date-Just non è solo un classico di Rolex, ma è un classico dei classici dell’intera orologeria mondiale. Nella versione con cassa da 31 mm veste i polsi femminili con grazia, senza perdere nulla della sportività della collezione. Nemmeno quando si tratta della referenza con cassa in oro bianco e lunetta con diamanti, pietre che si ritrovano incastonate anche nel VI sul quadrante. Il bracciale cosiddetto President completa un modello sempre amato dalle donne con una forte personalità.

Audermars Piguet 

Lo scorso anno la collezione Royal Oak ha festeggiato i suoi 50 anni, durante i quali, come dice Audemars Piguet, si è trasformato da iconoclasta a icona. Il suo design rivoluzionario ha ormai conquistato sia gli appassionati sia le appassionate, che alla meccanica d’eccellenza affiancano la ricerca di materiali preziosi. Ecco perché la referenza del Royal Oak Jumbo Extra-thin con cassa e bracciale in oro bianco è ormai un classico per lei e per lui, tra eleganza e dinamicità.

Jaeger-LeCoultre 

Dall’alto dei suoi quasi 85 anni di storia, il Reverso di aeger-LeCoultre guarda il mondo dell’orologeria con il piglio di chi sa di essere stato tra i primi a rompere gli schemi. Particolarmente amato dai polsi delle donne è il Reverso Classico Duetto, che con le sue linee inconfondibili veste in modo discreto e si abbina sia a look sportivi sia a mise più eleganti. Specialmente a queste ultime guarda la versione con il quadrante ornato di brillanti, impreziosita anche da un calibro di manifattura a carica manuale.

Patek Philippe

Il Twenty~4 Automatic di Patek Philippe, realizzato per accompagnare con stile la vita delle donne moderne e attive, è proposto in una versione in acciaio con un quadrante color verde oliva valorizzato dalla decorazione soleil. Sulla lunetta scintilla una doppia fila di diamanti, ben 160. L’architettura sofisticata del movimento e le sue finiture sono visibili attraverso il fondo cassa in cristallo zaffiro. Il bracciale in acciaio è interamente, con il savoir-faire artigianale tipico della maison ginevrina.

 

Dall’alto, in senso orario: Happy Sport, Chopard; Serpenti Seduttori, Bulgari; Baignoire de Cartier.

Chopard

Eleganza, gioia di vivere e allegria sono le caratteristiche che distinguono i segnatempo femminili firmati Chopard. Lanciato nel 1993, il modello con diamanti Happy Sport fu il primo orologio ad abbinare queste pietre a una cassa in acciaio inossidabile. Oggi le casse sono anche oro bianco e oro rosa e i diamanti mobili tra cristallo e quadrante continuano a essere la firma estetica e giocosa della collezione. Anche nella versione con cinturino galet in oro rosa etico e acciaio riciclato.

Cartier

Nel 1958 compare nelle collezioni orologiere del gioielliere parigino il segnatempo noto come “ovale cintré”, che nel 1973 assume il nome di Baignoire, per via della sua forma simile a quella di una preziosissima vasca da bagno. L’eleganza delle sue linee lo rende una creazione riconoscibile e dal fascino intramontabile e raffinato di Cartier. Cassa e corona perlata in oro giallo, quadrante argentato, lancette a gladio in acciaio azzurrato e cabochon sulla corona lo rendono un classico da polso.

Bulgari

Tra gli orologi femminili, il Serpenti di Bulgari; è un mito difficilmente imitabile. Nella sua prima creazione, nel 1948, il Serpenti fu realizzato come orologio gioiello da polso; la particolare lavorazione della maglia del cinturino detta “tubogas” permetteva al segnatempo di arrotolarsi al polso con grande flessibilità. Oggi la nuova icona si chiama Serpenti Seduttori, che affianca l’opulenza dell’oro giallo e delle pietre preziose alla sobrietà del quadrante bianco.

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo