50 anni fa i primi record elettrici

di Nicola D. Bonetti
prototipo da record
Operl Elektro GT 1971.

Opel GT era un’interessante coupé con forme sinuose e fari a scomparsa rotanti sull’asse longitudinale, dalla forte personalità.

Nel 1971, quando gli astronauti dell’Apollo 15 atterrano sulla luna, esplorandone la superficie con il veicolo elettrico Lunar Rover, una Opel GT è trasformata in Elektro. Prototipo da record, per dimostrare che se quei veicoli possono andare sulla luna, sono anche in grado di uscire dai campi da golf.

Opel Elektro GT 1971.

Ma c’è anche un risvolto lifestyle, in questa storia: Georg von Opel, uomo d’affari di grande successo e atleta di livello mondiale, nonché pronipote di Adam Opel, fondatore della omonima Casa automobilistica. Goerg decide di impegnarsi nella caccia ai record con la “Elektro GT” non solo per verificare il potenziale futuro dei veicoli elettrici a batteria. Intende anche proseguire una tradizione di famiglia: il cugino “Fritz l’uomo-missile” era finito sulle prime pagine dei giornali dal 1927 al 1929 stabilendo nuovi record con vetture dimostrative azionate a razzi: il 23 maggio 1928 sul circuito dell’Avus con la RAK 2 raggiunse una velocità massima di ben 238 km/h.

Opel Elektro GT, Bosch-motore

Opel Elektro GT monta due motori elettrici a corrente continua Bosch che nell’insieme generano 88 kW (120 CV) di potenza con il picco di 118 kW (160 CV). Varta fornisce le quattro batterie al nichel cadmio installate di fianco e dietro al guidatore, aggiungendo 590 kg ai 960 kg della GT di produzione. Ma per i record sulla lunga distanza occorrono ancora più batterie, arrivando a 1700 kg, imponendo di rivedere ammortizzatori e pneumatici speciali, alleggerendo e carenando la vettura.

prototipi da record
Hockenheimring, 17./18 Mai 1971. Georg von Opel im Opel Elektro GT

Il 17 e 18 maggio 1971 sull’Hockenheimring, Georg von Opel stabilisce sei nuovi record mondiali di velocità per automobili elettriche, dimostrando di poter competere con le automobili sportive contemporanee. E il cugino Fritz non sarà più il solo von Opel così veloce.

gentleman editoriale gentleman&Lei dicembre

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo