RaceBirds: il futuro della motonautica

di Fabio Petrone

RaceBirds è il prototipo di una barca elettrica con i foil. Pronta a correre il campionato del mondo della nascente classe motonautica, la E1 Series

Il campione motonautico di Class One Luca Ferrari ha portato al battesimo dell’acqua RaceBirds.  La E1 Series vedrà sfidarsi imbarcazioni dotate di foil, che le rendono capaci di sollevarsi interamente dall’acqua.

In questo caso, però, a spingerle è un motore elettrico, Mercury Racing, alimentato dall’energia da una batteria Kreisel da 150 Kw.

Gentleman- Magazine-Italia-Newsletter-Yachting-E1-RaceBird01

RaceBird è nato da un concept della designer norvegese Sophi Horne a cui hanno contribuito gli ingegneri navali di Victory Marine capitanati da Brunello Acampora, insieme con SeaBird Technologies.

RaceBird è spinta da un motore fuoribordo Mercury Racing, e dalla potenza di una batteria Kreisel da 150 Kw.

Facile immaginare la spettacolarità del circuito, dove queste imbarcazioni monotipo, grazie alla coppia del motore elettrico, potranno accelerare in un attimo e grazie ai foil, sfrecciare volando, poi, sull’acqua.

Gentleman- Magazine- Italia- Yachting- Alejandro- Agag- Sophi- Horne-Rodi-Basso

Nato dall’iniziativa di Alejandro Agag, già fondatore della Formula E automobilistica, e Rodi Basso, E1 Series con le sue gare di velocità sull’acqua punta a replicare il successo già ottenuto nell’ambito delle quattro ruote.

«Questo è un momento cardine», ha raccontato Alejandro Agag, presidente di E1, a margine delle prove svoltesi sul Po, «nella storia del campionato mondiale E1.

Siamo un passo più vicini al far diventare le gare elettriche sull’acqua una realtà concreta.

Mi ricorda da vicino lo stesso momento che abbiamo vissuto nelle prime fasi della Formula E ed Extreme E: questo è un altro di quei momenti fondamentali nella storia di questi sport.

Possiamo usare questa eccitante piattaforma sportiva per guidare l’innovazione tecnologica nell’industria nautica. Oltre a creare qualcosa di spettacolare per i fan nelle città che visitiamo».

Gentleman- Magazine- Newsletter- Yachting- RaceBird_livrea- Venice-Racing-Team-(2).jpg

Anche per Rodi Basso, ceo di E1,  è una grande emozione vedere RaceBird in acqua per la prima volta e lo stesso si può dire per tutti quelli che hanno lavorato a questo progetto nei mesi scorsi.

«C’è voluto un grande lavoro di team per arrivare a questo momento», ha detto Rodi basso, «e non sarebbe stato possibile senza il supporto dei nostri partner Victory Marine e SeaBird Technologies.

Questo test è la prima pagina di un nuovo capitolo dell’elettrificazione dell’industria nautica.

Il nostro ruolo è accelerare lo sviluppo di tecnologie future a beneficio degli ecosistemi acquatici». Il via alle gare della E1 Series è previsto per la primavera del 2023.

gentleman editoriale gentleman&Lei dicembre

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo