Corsa all’ora

di Davide Passoni

Anche nell’industria del lusso marchi con affinità forti e storie eccezionali si uniscono dopo essersi incrociati più volte. È il caso di Tag Heuer e di Porsche. Il marchio di orologeria di alta gamma del gruppo Lvmh e la casa di Stoccarda hanno stretto una partnership strategica con l’obiettivo di arrivare, con il tempo, a una forte brand integration nei diversi ambiti operativi.

I punti di contatto tra Tag Heuer e Porsche risalgono a decenni fa e prendono forma in un nome: Carrera. Nel 1954, una Porsche ottenne una vittoria eccezionale nella Carrera Panamericana, la corsa che si disputava sulle polverose strade del Messico. Per celebrare la partecipazione, Porsche chiamò Carrera il suo motore più potente. Pochi anni dopo, nel 1963, Jack Heuer, pronipote di Edouard, creò il primo cronografo che consentiva ai piloti di leggere l’ora con un solo colpo d’occhio mentre erano alla guida. Come lo chiamò? Carrera.

Non stupisce dunque che il primo risultato della partnership odierna sia, in termini di prodotto, un nuovo orologio in edizione speciale: Tag Heuer Carrera Porsche Chronograph. Basato sul design del Tag Heuer Carrera Sport Chronograph, con la scala tachimetrica incisa sulla lunetta, l’orologio introduce una serie di caratteristiche che rimandano al design Porsche: dalla massa oscillante che ricorda un volante, ai numeri arabi degli indici ispirati al tachimetro delle fuoriserie tedesche.
Oltre all’orologio, vi saranno iniziative comuni nel mondo dei motori, del tennis, del golf, per una partnership all’insegna dell’esclusività e… dell’amore.

gentleman editoriale gentleman&Lei dicembre

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo