Helba il gin che profuma di vacanze

di Giuliana Di Paola

Dall’Isola d’Elba nasce Helba gin, London dry artigianale che cattura tutti i profumi della macchia mediterranea, dalle pinete al mare

helba gin

Dall’Isola d’Elba nasce un London Dry Gin artigianale che cattura tutti i profumi della macchia mediterranea, dalle pinete al mare: Helba, dal nome mediovale dell’isola dell’Arcipelago toscano.

Helba gin

Nato nella primavera del 2021 da un’idea di Federico Figini, milanese doc classe 1990 ed esperto di comunicazione, come omaggio a vent’anni di estati passate all’Elba. Anzi, come una scommessa di riuscire a ricreare quell’atmosfera magica. L’esperimento, nato per gioco, ha preso subito forma con oltre 3.500 bottiglie richieste nei soli tre mesi della stagione estiva dai locali presenti sull’isola.

helba gin
Federico Figini fondatore di Helba Gin.

Botaniche di macchia mediterranea

Le botaniche di Helba gin sono al 100% macchia mediterranea che cresce spontanea nel Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano: mirto, ginepro, menta selvatica, semi di coriandolo, radici di liquirizia, castagne e alghe, per la precisione la lattuga di mare. Così l’effetto è un giusto bilanciamento di note balsamiche e salmastre.

Anche l’acqua utilizzata per il distillato è elbana doc e proviene dalla Fonte Napoleone una delle cinque sorgenti dell’Isola, che sgorga dal monte Capanne che coi i suoi 1000 metri di altezza è la vetta più alta dell’Elba.

Per la produzione di Helba gin Federico Figini si è rivolto ad Anonima Distillazioni, la realtà di Gubbio che è diventata un punto di riferimento nel settore dei distillati artigianali.

Sulla bottiglia di Helba, azzurra come l’acqua cristallina delle sue coste, c’è un’illustrazione del milanese Il Tela, che rappresenta un cuore di pirite, minerale di cui è ricco il sottosuolo elbano.

 

gentleman editoriale gentleman&Lei dicembre

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo