Classico rivisitato

di Alessandra Oristano

Originalità e alta ebanisteria raccontano il Dna dell’azienda Provasi che, da oltre cinquant’anni, crea mobili su misura unendo maestria artigiana e progetti all’avanguardia

Negli anni 70, i fratelli Provasi, guidati dal maggiore Enrico, poco più che ventenne, dopo le prime esperienze nelle botteghe dell’epoca, decisero di mettersi in proprio dando vita ad arredi di alta ebanisteria con legni di pregio e tessuti di qualità.

L’azienda s’ispira ai grandi classici delle produzioni inglesi e francesi del ‘700 e ‘800, ancora oggi ricercati dai collezionisti.

Il savoir-faire dei maestri artigiani è frutto dell’esperienza che non si può apprendere dai libri, di un’arte preziosa fatta di dettagli, intagli, finiture che rendono ogni pezzo unico nelle sue imperfezioni.

Gentleman Magazine Italia Design Provasi_novità 2023 (8)

Tutta la produzione avviene in Brianza, a km 0, e l’intero percorso produttivo viene presentato ai clienti per far apprezzare ancor di più l’autenticità e la manualità delle lavorazioni Made in Italy.

«Sapienza artigiana e metodi di progettazione all’avanguardia sono un ossimoro per definizione», affermano dall’azienda. Il segreto consiste nel confronto continuo tra il progettista e l’artigiano in ogni fase, dalla progettazione alla realizzazione.

Nuove forme reinterpretano il passato.

Maestria artigiana e avanguardia creativa raccontano la visione di un’azienda che da sempre esplora, mixa e sperimenta, mantenendo tuttora internamente il design delle sue collezioni.

Gentleman Magazine Italia Provasi_novità 2023 (3)

Il risultato è la creazione di pezzi senza tempo e adatti a ogni luogo sia nell’interior design, sia negli yacht di lusso.

 

Le nuove generazioni

Questa visione è stata tramandata da Enrico Provasi a Gabriele, designer dell’azienda e rappresentante della nuova generazione della famiglia. Anch’egli ha la stessa passione e curiosità, ereditata dallo zio, per la ricerca di materiali innovativi e il loro accostamento, talvolta inaspettato, in un continuo gioco da cui è nata anche l’ispirazione del progetto presentato al Fuorisalone 2023.

Il tavolo Pantheon, con piano in eucalipto intarsiato a raggiera e la base a doppia colonna in radica di matrona, è stato presentato in maniera giocosa con un lazy susan contenente una scacchiera che può essere trasformato in portavivande girevole.

«Occorre tornare alla semplicità delle origini. Vendiamo mobili funzionali, che devono rispondere a requisiti di solidità e richiamarsi alla bellezza estetica, all’armonia delle proporzioni e alla raffinatezza degli accostamenti: essenze, tessuti, finiture», spiega Alessandro Massa, ceo di Provasi, a Gentleman.

Gentleman Magazine Italia Design Provasi_Corporate 9

Le collezioni

«Stiamo rendendo attuali i 1.870 modelli che l’azienda ha prodotto in oltre 50 anni di storia. Abbiamo inserito a catalogo i primi 700, divisi in tre collezioni: heritage, signature e more, ciascuna con una propria vocazione».

La ricerca è entusiasmante perché molto spesso i semplici modelli si sono tramandati di padre in figlio. L’azienda, per il futuro, punta a investire in nuovi strumenti informatici come la rappresentazione in 3d, imprescindibile anche nella progettazione artigianale.

Oggi la Provasi è un partner ideale per gli studi di architettura che abbiano in portafoglio progetti di atmosfera classica contemporanea. L’ufficio di progettazione interpreta le più disparate esigenze creando collezioni bespoke e coprendo l’intero ciclo di produzione, dalla progettazione all’installazione on site.

gentleman editoriale gentleman febbraio 2024 pietro giuliani azimut

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo