Patek Philippe, più colore al Calatrava

di Davide Passoni

Con gli accenti rossi, gialli e azzurri delle nuove referenze, Patek Philippe parla a un nuovo target di appassionati attraverso la reinterpretazione di una delle sue collezioni più eleganti e tradizionali

gentleman orologi novità patek philippe calatravaChi ha detto che un marchio fortemente ancorato alla tradizione come Patek Philippe non è in grado di ringiovanire la propria offerta? Probabilmente qualcuno non bene informato sulle novità dell’orologeria e sul fatto che anche i brand più austeri e classici hanno bisogno di parlare a nuove potenziali fasce di clientela, principalmente giovani.

Vanno probabilmente in questa direzione le nuove referenze della collezione Calatrava presentate all’ultimo Watches and Wonders. Il salone ginevrino ha infatti visto il debutto delle Ref. 6007G-001, 6007G-010 e 6007G-011, caratterizzate da uno stile grafico contemporaneo, da tocchi di colore e dall’utilizzo di materiali non proprio nelle corde di Patek Philippe.

gentleman orologi novità patek philippe calatravaNon sono comunque orologi inediti. Già nel 2020, per celebrare il suo trasferimento in una nuova struttura, il brand ginevrino aveva lanciato il Calatrava 6007A, la versione sportiva di uno dei suoi modelli più classici. Quel pezzo era limitato a soli 1000 esemplari, ma al recente salone in brand ne ha rivisitato il design, mettendo in luce un lato più esuberante di Patek Philippe.

gentleman orologi novità patek philippe calatravaTocchi di colore in stile Patek Philippe

Le casse del nuovo Calatrava 6007G, impermeabili fino a 3 bar, sono tutte in oro bianco, quella del 6007A era in acciaio, completamente lucide e hanno un’ampia lunetta e un vetro zaffiro bombato. Le misure contenute, 40 mm di diametro e solo 9,17 mm di spessore, e la delicata curva della cassa rendono l’orologio molto comodo al polso e accentuano il design insolitamente sportivo di questi modelli.

Una sportività che è ben evidente nei quadranti, con i quali Patek Philippe si è decisamente divertita. Con i tocchi di giallo, rosso e azzurro cielo su un quadrante nero ebano testurizzato con al centro un motivo carbonio inciso a rilievo, questi Calatrava sono forse i modelli più giocosi che il marchio ha creato negli ultimi anni.

gentleman orologi novità patek philippe calatravaLa minuteria esterna richiama le tracce del tachimetro dei cronografi da corsa ed è in parte colorata, mentre i numeri arabi applicati e luminescenti al buio allontanano questo orologio dalla tipica, semplice eleganza dei Calatrava. Il datario è discreto e sostituisce il numero 3.

Un anello scanalato molto sottile circonda il centro del quadrante e contiene delle frecce, anch’esse colorate, in corrispondenza di ciascun indice delle ore, che puntano verso il centro del quadrante. La lancetta dei secondi è in tinta con il colore delle frecce e della minuteria esterna, gialla, rossa o azzurro cielo, le lancette delle ore e dei minuti sono lucide e piene di lume.

Bello che Patek Philippe abbia lavorato ciascuna delle tre parti del quadrante con una finitura diversa: testurizzata e a rilievo quella centrale, satinato circolarmente l’anello delle ore, nero opaco quello esterno della minuteria.

gentleman orologi novità patek philippe calatravaIl cinturino e il movimento

In aggiunta al look deciso, qui ci sono i cinturini in pelle di vitello nero con motivo carbonio goffrato e cuciture a contrasto, che si abbinano ai colori del quadrante, chiusi da una semplice fibbia ad ardiglione. La parte interna dei cinturini è colorata con la tinta dominante di ciascun modello. Non capita spesso di vedere un cinturino che si abbina così perfettamente al quadrante, ma con le cuciture e la goffratura, i Calatrava 6007G ce la fanno in pieno. Infine due parole sul movimento, senza entrare troppo nel tecnico. Si tratta di uno dei calibri più versatili di Patek, il 26-330 S C a carica automatica che equipaggia anche altri modelli, dal Nautilus all’Aquanaut, non solo i Calatrava.

Lavora a 28.800 alternanze/ora, sinonimo di buona precisione, e ha una riserva di carica che va dalle 35 alle 45 ore. È dotato del sigillo Patek Philippe, che ne certifica la realizzazione secondo i rigidi standard di qualità del marchio e ha il meccanismo cosiddetto “stop seconds”: quando la corona viene estratta per regolare l’orario, la lancetta dei secondi si ferma in modo da poter rendere più precisa la rimessa all’ora.

Il colpo di genio

Con orologi come il questo, come il 5226G del 2022 e persino il 5212A, sembra che il brand stia cercando di tracciare la via per un nuovo tipo di orologio Patek Philippe. Non è un orologio sportivo, questo Calatrava chiaramente non è un Nautilus né un Aquanaut, e non è nemmeno il Calatrava che vediamo al polso di appassionati più âge.

È un orologio quotidiano per il tipo di persona che vuole un Patek Philippe e si sente pronto per un Calatrava, ma che forse ha scoperto gli orologi pregiati pochi anni fa attraverso marchi più sportivi, dei quali cerca qui qualche reminiscenza.

Ed è buffo, ma anche bello, che quelli che probabilmente saranno definiti i “Calatrava colorati” hanno in realtà ancora i quadranti neri e non sono così colorati. Qualche tocco vivace è tutto ciò che serve per risvegliare una linea che esiste dal 1932. Gran bel colpo, Patek.

gentleman editoriale gentleman febbraio 2024 pietro giuliani azimut

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo