Un’anima di marmo

di Alessandra Oristano

Il tavolo-scultura di Roberto Lazzeroni progettato per Poltrona Frau
esalta il contrasto tra il Bianco Levigliani e il Nero Marquinia

Il lusso è sinonimo di esclusività, di lavorazioni uniche a tiratura limitata applicate alle forme e ai materiali preziosi. Con queste parole, il designer Roberto Lazzeroni presenta alla Milano Design Week il nuovo tavolo-scultura Infinitamente progettato per Poltrona Frau. Un’opera di art design. «Un oggetto scultoreo che potesse vivere come un oggetto d’uso, una scultura utile», afferma il designer.

Espressione della sua continua ricerca artistica sul marmo iniziata con il tavolo Infinito ∞. Toscano d’origine, ha sempre avuto dimestichezza con questo materiale. Ricorda che da bambino, in casa di sua nonna esisteva un grande tavolo con il piano in marmo di Carrara dove si pranzava, i lavelli erano di marmo, come i pavimenti.

Ha voluto creare un contrasto tra il bianco e il nero: le due forme scultoree della base, in Nero Marquinia, un marmo estratto nella cittadina vicino a Bilbao, traggono ispirazione dalle opere astratte di Henry Moore ed esaltano ancora di più il fondo bianco del piano.

«Cercavo un piano dalla forte valenza grafica e ho pensato subito al marmo arabescato della Cava di Levigliani, in Versilia, dalle venature e ombreggiature grigio e blu di grande eleganza, con una nuvolatura tondeggiante adatta al disegno ellittico del piano. La finitura lucida, ottenuta con una vernice poliestere trasparente, esalta venature e colori», spiega il designer. Nella realizzazione di un arredo esclusivo, il progetto ha un valore assoluto.

La scintilla nasce da un’idea o dalla risoluzione di un problema. Come è stato in questo caso. «La forma dell’infinito nasce dai limiti delle dimensioni delle lastre di marmo, che ho risolto con una soluzione formale: due ellissi tagliate che s’incontrano e formano un otto, unite da un inserto a lama di metallo in acciaio inox lucido che rifinisce la linea di giunzione».

Il resto della lavorazione lo hanno fatto i marmisti di Pietrasanta, di grande esperienza e bravura. Oggi c’è una riscoperta dei materiali estratti dalla Natura, come il marmo. Infinitamente è disponibile in due misure, una più imponente con piano a doppio ovale sfalsato e basamento doppio che richiama Infinito ∞ e una monoblocco più compatta con top a ovale e basamento singolo.

gentleman editoriale gentleman febbraio 2024 pietro giuliani azimut

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo