Il Natale dei sensi

di Alessandra Oristano

L’albergo Six Senses Rome, nel cuore della Città Eterna, celebra il suo primo Natale all’insegna della sostenibilità con decorazioni naturali hand made e serate a tema

È il primo hotel del marchio in Italia e porta la sua visione sostenibile in un ambiente urbano. Con richiami al mondo romano, il design dell’hotel è frutto della progettazione dell’architetto Patricia Urquiola, in un mix tra classicismo, arte e arredamento contemporaneo.

Ciò è evidente nelle 96 camere e suite, alcune delle quali presentano l’iconica seduta in marmo in stile Triclinium sulle loro terrazze. La tecnologia all’avanguardia nelle stanze è  incorporata insieme agli innovativi standard Sleep With Six Senses, che prevedono materassi fatti in casa e biologici su misura, lenzuola di cotone, cuscini à la carte per favorire un buon riposo notturno.

La Corner Suite del Six Senses Rome si affaccia sulla facciata restaurata della Chiesa di San Marcello al Corso e l’albergo si trova a pochi passi dai principali monumenti e luoghi di interesse della città.

Alcune camere appartate hanno la vista sul cortile, altre suite si affacciano sulla vivace Via del Corso e sulla vicina Chiesa di San Marcello al Corso.

In cucina

In linea con l’etica di Eat With Six Senses, i menù propongono un forte legame con le tradizioni culinarie locali, sia al Bivium Restaurant-Café-Bar, aperto tutto il giorno, sia sul Notos Rooftop.

Oltre al menu degustazione di 5 portate ispirato all’Impero Romano, i piatti includono classici a base vegetale, carne, pesce e dolci con tocchi siciliani.

Lo spirito delle feste

«Siamo felici di festeggiare per la prima volta nel nostro hotel questo periodo dell’anno così magico», afferma Francesca Tozzi, general manager di Six Senses Rome, «e di celebrare lo spirito delle feste insieme agli ospiti con tutte le esperienze che ci caratterizzano».

Le decorazioni natalizie che arricchiscono l’albergo s’ispirano alla filosofia sostenibile Six Senses con le originali installazioni realizzate da Contaste.it/The soul of taste dell’architetto milanese Giampiero Panepinto.

Interamente create con materiali naturali come carta, legno, sale grosso e yuta sono declinati in una palette di colori in armonia con il design dell’albergo.

Grazie al lavoro di abili artigiani italiani, la carta prende forma e con la tecnica degli origami dà vita a renne, abeti geometrici e all’immancabile Babbo Natale sulla slitta carica di regali.

Gentleman Magazine Italia-Hotels&Resorts- Six Senses Roma Wood cones entrance

Tanti Babbi Natale su altalene di legno decorano le vetrate del Bivium ristorante. All’ingresso ad accogliere gli ospiti, pini di legno posati sulla neve creata con il sale, in rovere, pino, larice, ognuno con una propria venatura, forma, grandezza e profumo che richiama tutti i sensi.

Posizionato alla base della monumentale scala, il vero abete è decorato da biscotti di pan di zenzero fatti a mano, fette di arancia essiccate e composizioni di cannella.

E riunisce tutti gli ospiti in una magica atmosfera con serate di intrattenimento musicale dal vivo e workshop su prenotazione sui temi della sostenibilità, del benessere e del buon cibo.

Per festeggiare il Natale al Six Senses Rome, da non perdere i tradizionali appuntamenti la sera della vigilia di Natale, il pranzo del 25, il cenone di Capodanno e il brunch del primo dell’anno. E ogni pomeriggio verrà offerta agli ospiti una ricca merenda a base di vin brulè e frittelle di mele.

gentleman editoriale gentleman febbraio 2024 pietro giuliani azimut

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo