Omega, tecnologia ed estetica

di Davide Passoni
omega design
Speedmaster Super Racing.

Omega ha iniziato il 2023 all’insegna delle novità tecnologiche che si accompagnano alle novità di prodotto. Il marchio di Bienne ha infatti presentato l’orologio Speedmaster Super Racing, il cui movimento è equipaggiato con una nuova spirale del bilanciere dotato di una tecnologia inedita. Ma andiamo con ordine.

La nuova tecnologia Spirate

La spirale è la parte più delicata del bilanciere, che costituisce una sorta di cervello dell’orologio. Dalla sua regolazione dipendono infatti la precisione e la regolarità di marcia del segnatempo. Omega ha lavorato su questo minuscolo componente dotandolo della nuova tecnologia proprietaria Spirate, in corso di brevetto.

Senza entrare nei dettagli tecnici, la progettazione della nuova spirale modifica alla base quella del bilanciere Si14, che equipaggiava i più precisi orologi di Omega. Ora, grazie alle regolazioni finissime della marcia del segnatempo, questa spirale consente al nuovo Speedmaster Super Racing di raggiungere la precisione certificata di soli 0/+2 secondi al giorno.

Omega Speedmaster Super Racing
Omega SuperRacing, dettaglio.

Un richiamo al passato di Omega

Esteticamente il cronografo è un omaggio al Seamaster Aqua Terra > 15.000 GAUSS del 2013, con un codice cromatico giocato sul giallo e sul nero come quello dell’orologio di 10 anni fa. Lo sottolineano la lunetta in ceramica nera con la scala tachimetrica in smalto giallo “Grand Feu”, la lancetta cronografica centrale color giallo sfumato e la lancetta dei piccoli secondi a righe nere e gialle a ore 9.

Anche il quadrante con struttura a nido d’ape è un rimando a quel concept watch attualmente esposto al Museo Omega di Bienne, il primo orologio in grado di resistere a campi magnetici da 160.000 gauss senza perdere in precisione. Sul quadrante spiccano gli indici smussati e diamantati a freccia; sono neri e riempiti di un’esclusiva e inedita Super-LumiNova con luminescenza gialla.

Il giallo torna anche sulle scritte Speedmaster e Super Racing presenti sul quadrante, oltre che nel numero del giorno presente nel datario. Un datario che Omega ha concepito come un altro, sottile omaggio al Seamaster Aqua Terra >15.000 GAUSS del 2013. Infatti, nella finestrella a ore 6, ogni mese il numero 10 (come gli anni dal lancio di quell’orologio) compare con il medesimo font del logo Speedmaster, diverso da quelli degli altri numeri del disco data.

Omega Speedmaster Super Racing

Il movimento dello Speedmaster Super Racing

La nuova spirale del bilanciere con tecnologia Spirate è inserita all’interno del calibro Co-Axial Master Chronometer 9920 di Omega che anima l’orologio. Un movimento certificato dall’Istituto

Federale Svizzero di Metrologia (METAS) secondo i più elevati standard del settore, che nel caso di questo orologio è la precisione certificata di 0/+2 secondi al giorno.

Inserito all’interno della cassa in acciaio da 44,25 mm e visibile attraverso il fondello in vetro zaffiro, il calibro Co-Axial Master Chronometer 9920 garantisce all’orologio circa 60 ore di riserva di carica lavorando a una frequenza di 4 Hz. Che significa estrema precisione.

Oltre alla cassa è in acciaio anche il bracciale dell’orologio. Il nuovo Speedmaster Super Racing è fornito anche con un cinturino NATO in nylon riciclato a righe nere e gialle, che completa il tributo cromatico al Seamaster Aqua Terra >15.000 GAUSS.

gentleman editoraile aprile 24

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo