4×4: L’evoluzione della specie

di Nicola D. Bonetti

Alcuni fuoristrada mantengono lo spirito delle antenate, poche conservano lo stile originale. Ma quando Land Rover ha recuperato la tradizione con la nuova Defender, ha rivoluzionato la sostanza

gentleman motori fuoristrada Defender evolution

Diversamente dalle discussioni dei bambini, in questo caso si sa benissimo chi sia stato a cominciare. E anche a ricominciare: perché come tra i piccoli, sembra che nessuno voglia smettere. Si sta parlando di fuoristrada, di offroad fedeli alla linea che non sono mai cambiate nell’aspetto, oppure hanno modificato quasi tutto al di fuori dell’immagine, conservando l’iconicità originale. Altre si sono evolute nel tempo fino a rivoluzionare la sostanza, per poi far di tutto purché le nuove somigliassero alle antenate, in controtendenza stilistica con l’evoluzione, anche futuribile, di suv e crossover.

Willys MB, la prima jeep

gentleman motori fuoristrada

Partendo dall’inizio, la data di nascita è certa: Willys MB, la prima jeep, è prodotta il 16 ottobre 1941 e parte subito per il servizio militare. Finita la guerra (almeno in Europa) si toglie la divisa con il motto: Born for war, ready for peace. Già il 17 luglio 1945 con Willys Overland CJ2A (le lettere significano Civilian Jeep) trasforma la geniale 4×4 bellica in un modello sempiterno, rendendo iconico il marchio Jeep.

Passano gli anni, cambiano il secolo e il millennio: il mondo delle 4×4 si evolve e si trasforma; alcuni costruttori abbandonano le linee originali, per poi recuperarle con ammirevoli esercizi di stile.

 Land Rover

gentleman motori fuoristrada LR_DEF_90_20MY_Off-Road_100919_27a

Come Land Rover: nata nel 1948, diventa Defender dal 1990 al 2016. Rinasce con lo stesso nome, ma è del tutto diversa (tecnicamente e per dimensioni è più una Discovery), gli splendidi richiami stilistici alle antenate la rendono un nuovo must metropolitano. Con tre lunghezze (90, 110 e 130) e motori anche ibridi o V8, inaugura la tendenza di stile che ricorda il passato.

Ford Bronco

Ford Bronco, con quel nome da cavallo selvaggio è legata al West, dal 1965 lungo tre decenni. Torna nel 2021 e arriva anche in Europa, con marcate citazioni alle antenate, ha cinque porte e carrozzeria anche apribile o scomponibile, motore 2,7 a sei cilindri e cambio automatico a dieci rapporti, con allestimenti orientati all’avventura.

Suzuki Jimny

In Giappone, domina su tutto, la compattezza. Potrebbe essere lo slogan per Suzuki Jimny, come pure una sorta di inno alla leggerezza. Comincia con prototipi negli anni 60, quindi nel 1970 LJ10 è lunga meno di tre metri, come Willys. Seguita da evoluzioni continue con l’enorme successo delle serie SJ e Samurai, nel 1998 prende anche in Europa il nome Jimny, continuando la tradizione per vent’anni.

 Mercedes-Benz 

gentleman motori fuoristrada mercedes benz 79f116

Quando l’ultima generazione è meravigliosamente simile nelle forme a un altro mito tra le fuoristrada senza tempo: nientemeno che Mercedes-Benz Classe G, ma in scala ridotta. Omaggio stilistico senza velleità di imitazione, sceglie le forme più funzionali alla missione. Che continua felice con trazione integrale e marce ridotte: l’omologazione è però solo autocarro.

Con un tale riferimento dobbiamo citare la Stella in dimensioni originali: Mercedes-Benz Geländewagen (veicolo da fuoristrada, da cui la sigla G, non ancora Classe G) nasce in Austria in collaborazione con Steyr Daimler Puch nel 1979. Destinata a impieghi militari e professionali grazie alla massima qualità costruttiva (l’esercito svizzero richiede 25 anni di garanzia), è indistruttibile come dimostra vincendo la Parigi-Dakar del 1983.

gentleman motori fuoristrada mercedes c17c986-053

Ma soprattutto è lo stile unico a renderla amata dalle persone di successo in tutto il mondo, grazie anche alle potentissime e lussuosissime versioni AMG. Quando verso i quarant’anni sembra sul punto di scomparire, nel 2018 si rinnova completamente. Conservando però solo un paio di elementi dell’originale, alla quale resta fedelissima, fino a mantenere il suono della solidità che si apprezza chiudendo le portiere. Motori a sei e otto cilindri fino a 585 cavalli e capacità di arrampicarsi ovunque. In attesa dell’elettrica EQG, prevista per il 2024.

Jeep Wrangler JL

E la prima? Jeep Wrangler JL continua la sua storia dopo cinque milioni di esemplari venduti (solo) dal 1986, quando assume questo nome. Devota alle origini e allo stile, elegante e solidissima, ha passo lungo e, sola tra tutte, è anche ibrida plug-in. Senza rinunce prestazionali e pronta a ogni avventura, come le antenate, sempre con stile autentico.

gentleman editoriale gentleman febbraio 2024 pietro giuliani azimut

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo