Investire nel cuore d’Italia

di Alessandra Oristano

L’Umbria è la nuova destinazione amata da Vip e celebrità. Da scoprire come luogo dove rifugiarsi lontano dalle grandi metropoli, in una natura preservata e idilliaca. Tra le eccellenze del food & wine

L’Umbria è una delle regioni italiane su cui si sta concentrando l’attenzione degli high spender, soprattutto stranieri attratti dalla bellezza dei luoghi e dai prezzi value for money, vicini al valore reale. Oggi rientra fra le nuove mete del turismo internazionale e dagli stranieri viene vissuta come una vera e propria scoperta. Tanto da essere stata eletta destinazione Best in Travel 2023 dalla Guida Lonely Planet.

L’ex Convento, vicino a Todi, risale al 1200. 2,780 milioni di euro. Italy Sotheby’s International via Luxury Estate

In Umbria sta accadendo quello che poco tempo fa è successo in Puglia, diventata una meta gettonatissima dopo l’acquisto di masserie e casali da parte di vip internazionali: Meryl Streep, Helen Mirren e Gérard Depardieu per citarne alcuni. Ad affermarlo Roberto Busso, amministratore delegato del Gruppo Gabetti. Hanno, infatti, preso casa in Umbria Antony Hopkins, Ed Sheeran, Colin Firth e George Lucas. «Difficile dare un numero preciso, ma la crescita c’è ed è costante. Secondo quanto rilevato dai nostri agenti in zona», spiega Roberto Busso, «sono tante le richieste soprattutto da parte di americani, grazie anche all’andamento favorevole del dollaro. Non mancano però richieste anche da Norvegia, Svezia, Svizzera e persino Israele. Oppure da parte di chi cerca un luogo intimo dove vivere in tranquillità, riservatezza e a contatto con la natura. Potremmo dire che l’Umbria è la nuova Toscana, ma anche come detto prima la nuova Puglia».

Una villa di lusso vicino a Todi. 3,450 milioni di euro. Romolini Immobiliare

L’Umbria però, a differenze di altre regioni, non può contare sul turismo e sull’immobiliare marittimo, che sono una fetta molto importante. Si pensi, nel mercato del luxury, al primato di località come Forte dei Marmi o Polignano a Mare, eletta recentemente la città più accogliente al mondo nell’undicesima edizione dei Traveller Review Award di Booking. In Umbria è possibile trovare esclusività, dimore storiche, grandi spazi all’aperto, cultura, tradizione, eccellenza. «Comprare in Umbria è un ottimo investimento economico, dato che a parità di proprietà di pregio, i prezzi sono inferiori alla Toscana di circa il 30%», aggiunge Danilo Romolini, sales manager di Romolini Immobiliare. Splendide dimore sono state elette come rifugio da numerosi Vip, personaggi del mondo della finanza, dell’imprenditoria, dell’arte e della moda, che si sono innamorati di colline e boschi, delle città d’arte e del lifestyle umbro.

La villa Liberty vicino a Gubbio. Lionard

La Valle del Niccone e la zona del Castello di Reschio sono molto richieste e sono state prescelte come luogo di vacanza da star come Lady Gaga, David Beckham e Gwyneth Paltrow. Così come la zona del Trasimeno, ricca di ville esclusive affacciate sul lago dove trascorrono le vacanze l’autore di Star Wars, George Lucas, ed altre celebrità quali Steven Spielberg, Robert De Niro. Da set cinematografico a buen retiro il passo è breve, e ciò costituisce un interessante volano per il settore immobiliare e tutti quelli connessi. Anche la campagna di Todi è molto richiesta.

Una villa, circondata dal parco, vicino a Perugia. 1,570 milioni di euro. Santandrea Luxury Estate

Sono sul mercato dimore d’epoca, ville lussuose immerse nella natura, in posizione idilliaca con una vista a 360 gradi sulle colline. Gli acquirenti, soprattutto i Millennials, sono alla ricerca di esperienze all’aria aperta, particolarmente attenti e sensibili ai temi della sostenibilità, del cibo tipico a km zero, della riscoperta delle tradizioni rurali. «Ricercano, infatti, uno stile di vita sano e sostenibile, più a contatto con la natura», commenta Lodovico Pignatti Morano, managing partner di Italy Sotheby’s International Realty.

L’abbazia convertita in hotel di charme, fuori Orvieto. 10 milioni di euro. Romolini Immobiliare

«La Toscana è ancora al primo posto per quanto riguarda le case di campagna. L’Umbria o l’area settentrionale del Lazio chiamata Tuscia, zone bellissime quanto la Toscana, non sono ancora così popolari, ma l’obiettivo è far scoprire agli acquirenti stranieri queste alternative altrettanto valide ed ancora non prese d’assalto», spiega a Gentleman.

L’Umbria sta acquistando sempre più valore grazie alla sua autenticità, cultura, natura preservata ed eccellenza gastronomica. Si tratta di una regione piccola eppure offre una varietà di scenari in termini di campagna, paesaggio e flora, ed ogni città e zona ha una sua forte identità. Rispetto alla Toscana, l’Umbria è autentica, mistica e incontaminata e, non da ultimo, meno turistica, essendo una meta internazionale di artisti e intellettuali. Il «cuore verde d’Italia» è la terra delle riserve naturali e delle cascate, dei monasteri e degli eremi secolari e di una moltitudine di città e borghi storici, ognuno dei quali è ben conservato con la sua forte tradizione individuale, dove la storia si mescola alla leggenda. Racchiude dolci colline, una cucina eccellente, produzioni di vino e olio d’oliva, oltre a tartufi e cioccolato.

Una dimora in pietra del XII secolo, ristrutturata, nella campagna di Todi. Italy Sotheby’s International Realty

«A meno di 2 ore da Roma, in Umbria i prezzi sono molto più interessanti rispetto alla Toscana che resta una meta-destinazione anche per la ricchezza dell’offerta immobiliare», commenta Dimitri Corti, founder e amministratore di Lionard Spa. L’Umbria è una destinazione in crescita soprattutto su determinate tipologie di immobili luxury, come ville, castelli, ex conventi e abbazie per chi cerca uno stile di vita lontano dai grandi centri metropolitani. «La crescita registrata di domande d’acquisto è del 7% nel 2022 rispetto al 2021», aggiunge.

Inoltre, l’Umbria non è solo conosciuta per il cibo e la natura ma è diventata famosa grazie ad alcuni eventi e festival culturali: dal Festival dei Due Mondi, che ha portato molti stranieri a Spoleto, come anche il Jazz Festival di Todi. Ci sono, poi, altre zone famose vicino a Città della Pieve e il Lago Trasimeno che hanno da sempre attratto acquirenti internazionali e adesso più che mai, anche nelle zone meno conosciute che hanno visto un aumento netto di acquirenti da tutto il mondo.

gentleman editoriale gentleman febbraio 2024 pietro giuliani azimut

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo