Longines vola alto con Pilot Majetek

di Davide Passoni

Ci sono orologi banali e altri che hanno una storia da raccontare. Gli archivi di Longines sono pieni di pezzi che appartengono a quest’ultima categoria e la maison, di tanto in tanto, dà nuova vita ad alcuni tra i più significativi di essi. È il caso del Pilot Majetek, recentemente riproposto sul mercato con un look fedele all’originale ma con tocchi moderni.

Longines vola alto con Pilot MajetekQuando nacque il Longines Pilot Majetek

La storia di questo segnatempo si sviluppò durante alcune delle pagine più buie della Seconda Guerra Mondiale. L’orologio fu prodotto da Longines per l’aviazione cecoslovacca tra il 1935 e il 1948. Il suo nome deriva dall’incisione che era riportata sul fondello: “Majetek Vojenské Spravy”, che significava all’incirca “proprietà dell’esercito cecoslovacco”.

Alcuni piloti cechi passarono al servizio della Royal Air Force britannica dopo che il loro Paese fu assoggettato dai nazisti e, con i loro orologi Longines al polso, parteciparono alla Battaglia d’Inghilterra difendendo i cieli del Regno Unito dagli attacchi della Luftwaffe. Molti di loro si distinsero per il coraggio e l’eroismo in battaglia.

Quell’orologio aveva i codici estetici e funzionali dei segnatempo da aviatore di un tempo: lunetta girevole con una zigrinatura che consentiva l’utilizzo anche con i guanti, quadrante nero con i numeri arabi luminosi, l’indicatore del tempo trascorso di forma triangolare, lancette a cattedrale ricoperte di radio luminescente, per essere visibili anche al buio, cassa in acciaio da 40 mm.

La cassa e la particolare lunetta

Oggi Longines attualizza il Pilot Majetek mantenendo però l’aspetto degli orologi da aviatore storici, a partire dalla lunetta bidirezionale zigrinata e dall’indicatore a forma di triangolo mobile fluorescente.

Questo indicatore, chiamato “Starting time indicator”, è collegato alla lunetta: ruotando quest’ultima, si sposta sull’ora dalla quale si vuole far partire la misurazione della durata di un evento. L’indicatore si trova tra il quadrante e il vetro zaffiro antiriflesso.

A differenza di quella del suo predecessore, la cassa in acciaio di questo nuovo pilot è più grande: passa da 40 a 43 mm ma mantiene la caratteristica forma a cuscino che richiama quella dell’originale. Rispetto all’orologio degli anni ’30 del ‘900, a quello nuovo sono state aggiunte delle robuste spallette proteggi-corona. Le anse molto corte aiutano la vestibilità al polso.

Longines vola alto con Pilot MajetekQuadrante leggibile e un occhio alla vestibilità

Anche l’estetica del quadrante avvicina il Longines Pilot Majetek agli orologi da aviatore del passato. A partire dalle evidenti lancette a bastone, che allontanano però questo pezzo dal suo avo, che le aveva a cattedrale. Differente, ma sempre vintage, è anche il font del logo: in stampatello anziché in corsivo.

Il colore nero opaco fa spiccare i numeri arabi degli indici. Sono incisi e trattati con un particolare tipo di Super-LumiNova dalla cosiddetta tonalità “old radium” che ricorda, nella sua emissione luminosa, il colore di un tempo. Una scelta di Longines per rimarcare l’allure vintage dell’orologio.

https://www.longines.com/it/orologio-longines-pilot-majetek-l2-838-4-53-9Oltre agli indici, le ore contano sulla minuteria a chemin de fer, presente anche nel contatore dei piccoli secondi a ore 6. Per mantenere una certa fedeltà all’originale, non è presente il datario.

Il calibro automatico che anima l’orologio ha ricevuto la certificazione di cronometro da parte del COSC, il che significa che è un movimento estremamente preciso e affidabile. Così come sono affidabili, per resistenza e vestibilità, i tre diversi cinturini con cui è disponibile il Longines Pilot Majetek: in pelle verde o pelle marrone, con impunture di fermo beige, o NATO verde in fibre di poliestere, progettato a partire da materiali riciclati.

Longines propone così un orologio storico, attualizzato con materiali e tecnologie del XXI secolo, che ha il pregio di mantenere quel fascino e quell’estetica di altri tempi che tanto attirano ancora oggi l’interesse degli appassionati.

gentleman editoraile aprile 24

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo