Montblanc corre al Polo Sud

di Davide Passoni

Il nuovo Montblanc 1858 Geosphere 0 Oxygen è stato testato durante una maratona al Polo Sud al polso di Simon Messner e Laurent Lecamp

montblanc polo sud
L’alpinista austriaco Simon Messner, come il padre mark maker di Montblanc, al Polo Sud.

Il direttore della divisione orologi di Montblanc, Laurent Lecamp, e il mark maker Simon Messner hanno partecipato al Polo Sud una dura maratona antartica indossando l’ultima creazione del brand, il 1858 Geosphere 0 Oxygen South Pole Exploration LE 1990.

Le sfide estreme sono sempre più il terreno perfetto dove Montblanc testa la qualità dei suoi orologi. Lo scorso mese, però, oltre a verificare la resistenza dei segnatempo, il marchio del Gruppo Richemont ha messo alla prova anche le capacità dei propri manager e dei propri ambassador, chiamati a sfidare se stessi sul campo.

Laurent Lecamp, Managing Director Watch Division della Maison, e Simon Messner, alpinista e Mark Maker di Montblanc, hanno infatti partecipato all’Antarctic Ice Marathon, nell’estremo sud del mondo, affrontando temperature fino a -30 °C e percorrendo una distanza di 42,195 km.

La gara si è tenuta il 13 dicembre 2023 ai piedi dei monti Ellsworth, a poche centinaia di chilometri dal Polo Sud, a una latitudine di 80 gradi sud. Vi hanno preso parte 52 uomini e 14 donne, pronti ad affrontare una delle più remote e ardue gare podistiche del pianeta.

L’exploit degli atleti

Mentre Laurent Lecamp aveva già partecipato a diverse maratone e gare di trail running, per Simon Messner è stata la prima volta. Tuttavia, in virtù della sua passione per l’alpinismo – trasmessagli dal padre Reinhold – era già abituato ad affrontare condizioni climatiche estreme e terreni aspri come quelli dell’Antartide

montblanc polo sud
Simon Messner e Laurent Lecamp, direttore della divisione orologi di Montblanc, all’Antarctic Ice Marathon.

I due hanno corso fianco a fianco per l’intero percorso, con Lecamp a tenere il ritmo, e hanno tagliato il traguardo tenendosi per mano con un tempo di 4 ore e 29 secondi, classificandosi al settimo posto.

Montblanc 1858 Geosphere 0 Oxygen South Pole Exploration LE 1990: plasmato dal ghiaccio

Come detto, la competizione è stata l’occasione per testare la resistenza in condizioni limite del più recente orologio di Montblanc, il 1858 Geosphere 0 Oxygen South Pole Exploration LE 1990. Si tratta di un segnatempo “tagliato” su Simon Messner, perché rende omaggio a una delle tante imprese di suo padre, anch’egli mark maker del brand.

Nel 1990, anno di nascita di Simon, Reinhold Messner fu infatti la prima persona, insieme ad Arved Fuchs, ad attraversare il Polo sud a piedi coprendo una distanza di 2800 km e un dislivello di oltre 3000 metri in 96 giorni. Lo fecero trascinando una slitta di più di 100 kg e utilizzando una bussola e poco altro per orientarsi.

montblanc polo sud

Il racconto di quella impresa e di quei luoghi ha ispirato il nuovo 1858 Geosphere 0 Oxygen South Pole Exploration Limited Edition 1990, un segnatempo il cui quadrante sfumato richiama il blu degli iceberg e le trame cristallizzate dei ghiacciai dell’Antartide. Infatti Il ghiaccio antartico è diverso dal normale ghiaccio bianco perché, a causa dell’età, della densità e del peso, ha espulso quasi tutte le bolle d’aria presenti al suo interno e può assorbire quasi ogni colore dello spettro. Il blu viene rifratto proprio per l’assenza di ossigeno e questa tonalità è ripresa nel quadrante dell’orologio.

Zero ossigeno nella cassa: la sfida di Montblanc

L’assenza di ossigeno caratterizza anche gli orologi della serie Zero Oxygen, tra cui quello al polso di Lecamp e Messner durante la maratona. Una specifica tecnica che offre diversi vantaggi agli esploratori, per i quali è importante poter contare su strumenti affidabili anche in condizioni difficili.

La totale assenza di ossigeno all’interno della cassa non solo evita l’appannamento, che può verificarsi con gli sbalzi di temperatura in quota, ma previene anche l’ossidazione delle parti del movimento. Senza ossigeno, tutti i componenti durano molto più a lungo e forniscono una precisione costante nel tempo.

montblanc polo sud

Inoltre, sempre per aiutare alpinisti ed esploratori che lo indossano, il 1858 Geosphere 0 Oxygen South Pole Exploration LE 1990 ha la complicazione dell’ora universale di manifattura Montblanc e una riserva di carica di circa 42 ore.

Come in tutti i modelli 1858 Geosphere, gli emisferi settentrionale e meridionale sono rappresentati da due globi tridimensionali che ruotano in senso antiorario e includono l’indicazione della fascia diurna/notturna, in modo da rendere visibile l’ora corrente in tutto il mondo.

In questo orologio, inoltre, sul globo che rappresenta l’emisfero meridionale è tracciato l’itinerario compiuto da Reinhold Messner nel 1990 durante la sua traversata dell’Antartide, un omaggio all’impresa del Mark Maker di Montblanc. Completano le informazioni sul quadrante presenti un datario a ore 3 e l’indicazione di un secondo fuso orario a ore 9.

 

gentleman editoriale gentleman febbraio 2024 pietro giuliani azimut

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo