Richard Mille e Shelly-Ann Fraser-Pryce: l’orologeria corre veloce

di Davide Passoni

La velocista giamaicana Shelly-Ann Fraser-Pryce entra nella famiglia di ambassador di Richard Mille e si prepara alle Olimpiadi di Parigi 2024 allenandosi con al polso gli orologi del brand

gentleman orologi shelly-Ann Fraser-Pryce ambassador Richard Mille Shelly-Ann-Fraser-Pryce-06

Sono sempre di più gli atleti di caratura internazionale con i quali Richard Mille trova la giusta affinità per poterli accogliere all’interno della sua squadra di ambassador. In estate è toccato allo scalatore francese Charles Dubouloz, ora dalle pareti verticali si passa all’orizzontalità delle piste di atletica leggera.

È infatti arrivato il momento di seguire la famiglia di Richard Mille anche per la giamaicana Shelly-Ann Fraser-Pryce, la più grande velocista di tutti i tempi. Nella sua specialità per eccellenza, i 100 metri piani, l’atleta ha vinto più ori e argenti di qualsiasi altro velocista nella storia. A questi successi ha affiancato risultati altrettanto impressionanti nei 200 metri.

Oggi, all’età di 36 anni, rimane ancora la donna da battere, con prestazioni ai massimi livelli su diverse distanze; nel 2022, per esempio, è diventata la velocista più anziana a essere mai diventata campionessa del mondo. Chiamata “Pocket Rocket”, ossia “Missile Tascabile” per via della sua statura (è alta 152 cm), Shelly-Ann Fraser-Pryce si preparerà a volare alle Olimpiadi di Parigi 2024 con al polso l’RM 07-04 Automatic Sport di Richard Mille.

Richard Mille RM 07-04 Automatic Sport

gentleman orologi shelly-Ann Fraser-Pryce ambassador Richard Mille Shelly-Ann-Fraser-Pryce-02

SI tratta di un orologio automatico che pesa 36 solo grammi, cinturino incluso. La platina e i ponti del movimento sono in titanio grado 5, una lega che mette insieme rigidità, resistenza alla corrosione e leggerezza. La cassa è in Quartz TPT o in Carbon TPT, materiali dal peso ridottissimo, utilizzati per applicazioni ad altissime prestazioni ed esclusivi per Richard Mille in orologeria. Con il cinturino in velcro, infine, è come non averlo al polso.

Ogni cassa ha un colore diverso – panna, arancione, nero, blu, verde o rosa -, abbinato a cinturini a loro volta di colori differenti. Cambiano da orologio a orologio anche i colori del rivestimento in caucciù della corona, del réhaut e del pulsante selettore di funzione.

Quest’ultimo è caratteristico di Richard Mille. Premendolo, si può scegliere se mettere il movimento in modalità di carica, di regolazione dell’ora o neutra. In questo modo si evita che l’asse di carica del calibro sia sottoposto a stress inutili. La funzione selezionata è resa visibile in una cornice a ore 6 sul quadrante. «È senza tempo. Si armonizza a ogni persona, ti possiede ogni volta che lo indossi. Questo è quello che voglio, la sinergia perfetta, come se non indossassi nulla», dice Shelly-Ann Fraser-Pryce.

Condivisione di valori

gentleman orologi shelly-Ann Fraser-Pryce ambassador Richard Mille Shelly-Ann-Fraser-Pryce-01

Amanda Mille, direttrice di brand e partnership di Richard Mille, ha ben chiaro il perché della scelta dell’atleta giamaicana. «Shelly-Ann non è solo una campionessa del mondo, ma è una donna forte che unisce questo aspetto anche all’essere madre. Come se non bastasse, ritrova l’energia per il suo lavoro di beneficenza, e questo impegno a tutto tondo rispecchia pienamente i nostri valori».

Una condivisione di valori che la stessa Shelly-Ann Fraser-Pryce racconta così.

«Si tratta di superare le barriere! Le persone mi hanno sempre detto cosa potevo o non potevo fare, ma volevo far parte di un gruppo che conosce il tempo e dove l’età non limita i tuoi progressi. In fin dei conti, abbiamo la stessa visione per quanto riguarda la nostra eredità. Ciò che vogliamo ottenere non ha tempo».

 

gentleman editoriale gentleman febbraio 2024 pietro giuliani azimut

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo