Rolex Day-Date 36: io penso positivo

di Davide Passoni

Fedele all’estetica Rolex, il nuovo Day-Date 36 presentato a Ginevra ha spiazzato tutti per la visualizzazione della data, che da giorno diventa sentimento

gentleman orologi novità Rolex Day-Date 36

Se in orologeria c’è un marchio capace di stupire pur restando fedele alla propria tradizione, ai propri canoni estetici e alla propria eccellenza, questo è Rolex. Ne abbiamo avuto prova al recente salone ginevrino di Watches and Wonders, dove la casa coronata ha rinnovato le sue classiche collezioni, dalla Daytona alla Sky-Dweller, dalla Gmt Master II alla Explorer, nel segno della continuità.

Salvo poi presentare un Day-Date 36 che ha lasciato tutti a bocca aperta.

Un effetto sorpresa che è risultato tale grazie alla combinazione di due fattori. Da un lato, il rispetto degli elementi classici della collezione Day-Date, dalla cassa al bracciale; dall’altro, un quadrante e una visualizzazione della “data” completamente inattesi e fuori da ogni schema conosciuto. Tanto che chiamarlo Day-Date sembra persino fuori luogo.

Il mito del Rolex Day-Date

Non dimentichiamo, infatti che, nel 1956, anno della sua presentazione, il Day-Date rappresentò un’importante innovazione per l’orologeria: fu il primo segnatempo da polso con calendario a indicare, a complemento della data, il giorno della settimana.

Questo era scritto in lettere e per esteso all’interno di una finestrella a semicerchio a ore 12, un’autentica prodezza tecnica per l’epoca. Un orologio che conquistò subito gli appassionati di tutto il mondo, tanto che l’indicazione del giorno della settimana è diventato disponibile, con il passare degli anni in una scelta di ben 26 lingue.

Colorato e positivo

gentleman orologi novità Rolex Day-Date 36 4 6Ecco, nel nuovo Rolex Day-Date ref. 128238 di queste 26 lingue non è rimasta alcuna traccia. Ecco il perché della bocca aperta e il perché non si tratta fino in fondo di un orologio con datario. Infatti, invece del giorno della settimana la finestrella a semicerchio a ore 12 indica, una parola in inglese: Happy, Eternity, Gratitude, Peace, Faith, Love, Hope. Nella finestrella del datario a ore 3 non ci sono i giorni del mese ma 31 emoji esclusivi, tutti ispirati alla positività.

L’altro dettaglio wow dell’orologio.

È realizzato in smalto champlevé ed è caratterizzato da un motivo ispirato a un puzzle, costituito da pezzi color turchese chiaro, rossi, fucsia, arancio, verdi o gialli che si incastrano tra di loro su uno sfondo a tinta unita.

Il colore dello sfondo varia a seconda del materiale della cassa e del bracciale del Rolex Day-Date ref. 128238: turchese chiaro sulle versioni in oro giallo e in oro bianco, arancione su quella in oro Everose. Il colore dominante del quadrante influisce anche sulla disposizione degli zaffiri taglio baguette di sei colori diversi che costituiscono gli indici delle ore.

La cassa e il bracciale

gentleman orologi novità Rolex Day-Date 36 5Come detto, l’orologio rimane per il resto fedele ai più classici canoni di Rolex, a partire dalla cassa Oyster da 36 mm impermeabile fino a 10 atmosfere, robusta ed elegante. La carrure della nuova referenza è ricavata da un blocco massiccio di oro giallo, bianco o Everose e il fondello con scanalature sottili è avvitato ermeticamente con un apposito strumento, in modo che solo gli orologiai abilitati da Rolex possano accedere al movimento.

Il vetro in zaffiro con trattamento antiriflesso è sovrastato da un altro dettaglio tipicamente Rolex: la lente d’ingrandimento Cyclope a ore 3. Allo stesso modo, la lunetta zigrinata rende questo segnatempo immediatamente riconoscibile come creazione della casa coronata.

Tutte le tre declinazioni in metallo prezioso della ref. 128238 hanno il classico bracciale a tre file chiamato President, appositamente creato per l’Oyster Perpetual Day-Date lanciato nel 1956. Da sempre realizzato solo in oro 18 carati o in platino 950, il bracciale President è ancora oggi riservato al Day-Date e al Datejust in metallo prezioso ed è completato da un fermaglio invisibile Crownclasp con il dettaglio della corona sulla chiusura. All’interno delle maglie integra inserti in ceramica progettati e brevettati, che ne migliorano la fluidità al polso e la durata nel tempo.

Il calibro 3255

Infine, il cervello del Day-Date 36, ossia il movimento. Le tre versioni dell’orologio sono dotate del calibro 3255, un movimento interamente sviluppato e prodotto da Rolex, presentato nel 2015 e introdotto nel Day-Date a partire dal 2019. Si tratta di un movimento meccanico a carica automatica dalle prestazioni elevate, in particolare in termini di precisione, autonomia, comfort
di utilizzo e affidabilità.

Il calibro 3255 lavora grazie a un sistema di carica automatica dotato di rotore Perpetual. Grazie all’architettura del bariletto e al rendimento superiore dello scappamento, questo movimento garantisce all’orologio una riserva di carica di circa 70 ore.

Rolex, dall’empatia all’intimità

Essere Rolex con uno scatto audace. Con queste declinazioni del Day-Date 36, il brand ci è riuscito. Ha fatto in modo che la rivisitazione di uno dei suoi modelli più celebri, fatta con inattesa creatività, riesca a esprimere le emozioni sempre nuove di ogni giorno.

L’orologio dà così un tocco inatteso alla vita quotidiana di chi lo indossa, offrendogli la possibilità di adattare la lettura del tempo al proprio umore. In questo modo, l’empatia tra il segnatempo e chi lo possiede va oltre la passione e si cala in una sfera intima, che solo un marchio profondamente amato come Rolex è in grado di raggiungere.

 

gentleman editoriale gentleman febbraio 2024 pietro giuliani azimut

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo