Gentleman TWT. Omega sul podio

di Daniela Fagnola

Dalle Olimpiadi di Parigi all’America’s Cup, il cronometraggio sportivo è da sempre nel Dna di Omega. Ecco le edizioni speciali dello Speedmaster per tutti gli eventi. E non solo.

Da sinistra: Thomas Bach, presidente del Comitato Olimpico Internazionale, Raynald Aeschlimann,
presidente e ceo di Omega, e Tony Estanguet, presidente di Parigi 2024, inaugurano
il “countdown clock” olimpico nella capitale francese.

La ricerca della precisione caratterizza da sempre Omega. Lo dimostra la serie di innovazioni tecniche introdotte negli ultimi decenni e culminata con la certificazione Master Chronometer rilasciata dal Metas (l’Istituto federale svizzero di metrologia), i cui standard si aggirano fra 0/+5 secondi al giorno.

Il nuovo Speedmaster SuperRacing

gentleman orologi omega cronometraggio Omega_Super_Racing_329.30.44.51.01.003_Face_Nato_16_9_HD

E lo conferma ancor più l’exploit del nuovo Speedmaster SuperRacing, il cui movimento automatico è dotato di un inedito dispositivo in attesa di brevetto, chiamato Spirate, che ne permette regolazioni micrometriche: il risultato è un’impressionante costanza di marcia, con uno scarto di soli 0/+2 secondi al giorno.

Performance eccezionali solo in parte rivelate dall’estetica dell’orologio: un classico cronografo a due contatori, con cassa e bracciale in acciaio, lunetta in ceramica nera con scala tachimetrica, e minuteria stile racing sul quadrante dal decoro alveolare.

La storia del cronometraggio sportivo

Ma la capacità di Omega di misurare il tempo, di scinderlo in frazioni sempre più piccole per offrire dati indiscutibili, si rivela anche nel cronometraggio sportivo.

Era il 1932 quando partecipò per la prima volta ai Giochi Olimpici di Los Angeles, con 30 cronografi rattrapanti. Da allora, nelle tante edizioni successive, ha apportato sistemi tecnologici sempre più avanzati e specializzati nelle diverse discipline, fino alle 450 tonnellate di attrezzature elettroniche che invierà a Parigi alle Olimpiadi del 2024.

Da Parigi alle regate, le edizioni speciali dei Seamaster

gentleman cronometraggio omega olimpiadi OMEGA_522.21.42.20.04.001_SEA Diver 300M
In occasione delle prossime Olimpiadi di Parigi, il Seamaster Diver 300M Paris 2024, con cassa in acciaio e lunetta in oro MoonshineTM 18 carati.

Un evento celebrato fin d’ora con un primo esemplare commemorativo: un Seamaster Diver 300M in acciaio e oro Moonshine, l’esclusiva lega di oro giallo. Intanto però un’ulteriore manifestazione di rilievo vede Omega impegnata come Official Timekeeper: la 37a America’s Cup, dove il brand ha già iniziato a registrare ogni giro di boa alle regate preliminari. E dove affianca la barca del Defender, Emirates Team New Zealand, cui ha dedicato un Seamaster Planet Ocean 600M con funzione regata, decorato di dettagli turchesi, il colore ufficiale del team.

gentleman orologi omega cronometraggio america's cup
Il Seamaster Planet Ocean Deep Black Emirates Team New Zealand Edition, ispirato al logo
dei campioni in carica di Emirates Team New Zealand, di cui Omega è partner.

Del resto la ricerca cromatica è uno dei tratti caratteristici dell’ultima produzione della Casa: basta guardare le tante sfumature di azzurro della collezione Seamaster Summer Blue o la palette delicata del Seamaster Aqua Terra Shades in 10 diverse tonalità. Ma questa è un’altra storia.


L’articolo è tratto dal libro Gentleman Top World Treasures, la prima guida completa al mondo dei gioielli e degli orologi che premia le eccellenze e i retailers. Per comprarlo, il sito classabbonamenti.it, in libreria e in edicola

gentleman editoriale gentleman febbraio 2024 pietro giuliani azimut

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo