Sushi e non solo a Milano

di Redazione

Sashimi, chirashi, temaki, uramaki, zuppe… Ecco i ristoranti giapponesi di Milano dove l’esperienza vale un viaggio. Tra conferme e nuove insegne.

Aji
via Piero della Francesca 17, tel. 02.25061889, aji.mi.it

gentleman i ristoranti giapponesi di Milano 1 aji hosomaki nigiri e gunkan

Tratto da una storia vera: è il locale da asporto del gruppo di Claudio Liu, quello di Iyo e Aalto, ciò che ne fa di default uno dei migliori giapponesi take away di Milano (e quindi d’Italia). Set di grandi sashimi, chirashi, nigiri, hosomaki, uramaki e oshi, tutto di qualità sopraffina. E poi piatti caldi come yaki soba o tataki. Sushi da applausi: nigiri, hosomaki e gunkan da applausi.

Based on a true story. It’s the takeaway place of Claudio Liu’s group, that of Iyo and Aalto, what makes it by default one of the best Japanese takeaways in Milan (and therefore Italy). Sets of great sashimi, chirashi, nigiri, hosomaki, uramaki and oshi, all of the highest quality. Plus hot dishes such as yaki soba or tataki. Nigiri, hosomaki and gunkan to be applauded.

Hana Restaurant
corso Vercelli 37, tel. 02.48197213, hanarestaurant.it

gentleman i ristoranti giapponesi di Milano 2 hana

Un indirizzo discreto, lontano dalla fanfara, in una zona borghese e vagamente contegnoso. Eppure questa è una delle più affidabili nippo-insegne di Milano, che punta forte su una materia prima di qualità cospicua lavorata con perizia e sveltezza al bancone. Menù con tutte le hit più attese, sushi, sashimi, chirashi, temaki, uramaki, nonché zuppe, insalate, piatti vegetariani e proposte dalla cucina (come il merluzzo nero marinato in salsa miso).

A discreet address, far from the fanfare, in a bourgeois area and vaguely demure. Yet this is one of Milan’s most reliable Japanese eateries, relying heavily on raw material of conspicuous quality worked expertly and swiftly at the counter. Menu with all the most anticipated hits, sushi, sashimi, chirashi, temaki, uramaki, as well as soups, salads, vegetarian dishes and offerings from the kitchen (such as black cod marinated in miso sauce).

Ichikawa
via L. Papi 18, tel. 02.47750431, ichikawa.it

Haruo Ichikawa, che fu chef da Iyo e solo per questo è da hall of fame, domina con la sua personalità questo tempio che ha nel bancone a vista il suo altare. Qui lo chef e i suoi aiutanti con maestria creano uno dei migliori sushi della città e poi sashimi, chirashi. La qualità del pesce è elevatissima, così come è perfetta la tecnica nel trattarlo e nel cucinare il riso. Si pranza anche.

Haruo Ichikawa, who was a chef at Iyo’s and is hall of fame for that alone, dominates with his personality this temple that has the open counter as its altar. Here the chef and his helpers masterfully create some of the best sushi in the city and then sashimi, chirashi. The quality of the fish is very high, as is the technique in handling it and cooking the rice. Open also for lunch.

Iyo Experience
via Piero della Francesca 74, tel. 0245476898, iyo-experience.com

Un luogo da precetto per gli amanti italiani della cucina giapponese. In un ambiente industrial-chic, con mattoncini a vista vedo-non-vedo, lo chef Katsumi Soga declina una cucina classicamente giapponese, che oltre a sushi, sashimi e uramaki propone una raffica di piatti freddi e caldi di stile autoriale. La sala marcia che è un piacere sotto lo sguardo vigile del patròn Claudio Liu, uomo di classe inconsueta.

A precept place for Italian lovers of Japanese cuisine. In an industrial-chic setting, with exposed see-through bricks, chef Katsumi Soga declines a classically Japanese cuisine, which in addition to sushi, sashimi and uramaki offers a flurry of cold and hot dishes of authorial style. The room marches on like a pleasure under the watchful eye of patron Claudio Liu, a man of unusual class.

Kappou Ninomiya
via Fra Galgario 4, tel. 02.91557472, kappou-ninomiya.com

Correte se possibile ad arrampicarvi sul bancone di questo locale luminoso, tutto di legno chiaro. Potrete godere dello spettacolo di chef Yoshikazu Ninomiya all’opera nel lavorare con valentìa una materia prima eccellente. Nel menù, ampio e invitante, figurano tanti piatti tradizionali, oltre che l’ottimo sushi proposto in varie combinazioni.

Run if you can to climb up to the counter of this bright, all light-wood venue. You’ll enjoy the show of chef Yoshikazu Ninomiya valorously working an excellent raw material. The extensive and inviting menu includes many traditional dishes, as well as excellent sushi offered in various combinations.

Osaka
corso G. Garibaldi 68, tel. 02.29060678, milanoosaka.com

gentleman i ristoranti giapponesi di Milano 5 osaka tenpura ristorante giapponese osaka milanoIl tempo sembra non trascorrere per questo ristorante acquattato in una nicchia di corso Garibaldi. In un susseguirsi di salette e corridoi va in scena la tradizione nipponica più osservante. Ci sono ovviamente nigiri, sashimi, chirashi, anche in assortimenti misti, e poi involtini, zuppe, ramen, udon e piatti più elaborati (come la tagliata di filetto Wagyu alla giapponese). Carta dei vini stringata, servizio affidabile.

Time seems to stand still for this restaurant nestled in an alcove on Corso Garibaldi. In a succession of small rooms and aisles goes the most observant Japanese tradition. There are, of course, nigiri, sashimi, chirashi, and then rolls, soups, ramen, udon, and more elaborate dishes (such as Japanese-style Wagyu fillet steak).

Poporoya
via B. Eustachi 17, tel. 02.29406797, poporoyamilano.com

Una tavola calda in puro stile Tokyo, dove non si prenota e dove spesso trovar posto è una lotta all’ultimo gomito, dato lo spazio angusto e l’invece vastissima fama. Ma vale la pena tentare, visto che Hirazawa Minoru detto Shiro (e Shiro Poporoya è il nome dello spin off più formale al civico 20), secondo la vulgata darebbe il migliore sushi della città. Ci sono anche alcuni piatti cotti, come il polpo fritto piccante.

A pure Tokyo-style diner, where there is no reservation and where finding a seat is often a fight to the last elbow, given the cramped space and the vast fame. But it’s worth a try, since Hirazawa Minoru aka Shiro (and Shiro Poporoya is the name of the more formal spin off at No. 20), according to the vulgate would give the best sushi in town. There are also some cooked dishes, such as spicy fried octopus.

Tomoyoshi Endo
via Vittor Pisani 13, tel. 02.66986117, tomoyoshi-endo.com

gentleman i ristoranti giapponesi di Milano 6 tomoyoshi endo

Insegna storica della Nippomilano, con il suo iconico bancone rosso laccato che per molti è stata la nave scuola verso la cucina orientale. Gli ingredienti di alta qualità e il pesce freschissimo sono i punti di forza, specialmente per quanto riguarda i nigiri (ottimo quello di ventresca di tonno) e il sushi. Notevole la selezione di sake.

Historical sign of Nippomilano, with its iconic red lacquered counter that has been the school ship to oriental cuisine for many. High-quality ingredients and the freshest fish are highlights, especially the nigiri (the tuna belly one is excellent) and sushi. The sake selection is remarkable.

Wicky’s Innovative Japanese Cuisine
corso Italia 6, tel. 02.89093781, wicuisine.it

Il locale è elegante e dall’amosfera soffusa, il cuore è l’ambitissimo bancone da cui si può vedere il romanzesco Wicky, singalese dalle mille vite passate e dalle duemila ambizioni future, usare le sue spade per tagliare il pesce e interagire con lui. Il menù è costruito in quattro onde: gli appetizer, il sushi (8 pezzi di aburi nigiri in omaggio al suo maestro Kan), i piatti di carne e pesce, e i dolci. C’è anche il servizio delivery.

The venue is elegant with a soft atmosphere, the heart being the highly coveted counter from which one can see the fictional Wicky, a Sinhalese with a thousand past lives and two thousand future ambitions, using his swords to cut fish and interact with it. The menu is built in four “waves”: appetizers, sushi (8 pieces of aburi nigiri in tribute to his master Kan), meat and fish dishes, and desserts. There is also a delivery service.

Yoshinobu
via G. Parini 7, tel. 02.36591742, ristoranteyoshinobu.com

È il regno dello chef e patron giapponese Yoshinobu Kurio. È lui, con esperienza e bravura, a selezionare pescato di qualità al mercato ittico. Ed è lui a confezionare una proposta che oltre ai classici della cucina nipponica (sushi in primis), offre variazioni sulla base di stagioni e disponibilità.

It is the realm of Japanese chef and patron Yoshinobu Kurio. It is he, with experience and skill, who selects quality catch at the fish market. And it is he who packages a proposal that in addition to the classics of Japanese cuisine, offers variations based on what is found according to seasons. 

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo