Tudor e Alinghi,è tempo di performance

di Davide Passoni

Un orologio solo tempo e un cronografo battezzano la collaborazione tra Tudor e il team Alinghi Red Bull Racing, impegnato nell’America’s Cup 2024. Due segnatempo creati con gli stessi materiali dello scafo svizzero e con un’attenzione costante a prestazioni e precisione

gentleman TUDOR_PELAGOSFXD_ARBR_LIFESTYLE_04

È tutta svizzera la collaborazione che ha imbarcato Tudor a bordo di Alinghi Red Bull Racing, che il prossimo anno nelle acque di Barcellona proverà a vincere l’America’s Cup, come ha fatto nel 2003 e nel 2007. Per l’occasione, la casa orologiera ha presentato due orologi che saranno al polso dell’equipaggio: i Pelagos FXD e Pelagos FXD Chrono.

La collaborazione Tudor-Alinghi

Tudor e Alinghi Red Bull Racing TUDOR_PELAGOSFXD_ARBR_BOAT_02

Nel 2022 Tudor e Alinghi Red Bull Racing hanno avviato una collaborazione a lungo termine che ha portato per la prima volta il marchio orologiero ad avventurarsi nell’universo della vela più performante. I nuovi orologi uniscono un composito di carbonio hi‑tech – materiale inedito per il brand – con titanio e acciaio inossidabile. La stessa combinazione di materiali caratterizza i monoscafi con hydrofoil AC75 (America’s Cup 75).

Tudor e Alinghi Red Bull Racing TUDOR_PELAGOSFXD_ARBR_BOAT_04

L’AC75 di Alinghi Red Bull Racing è infatti un mix brevettato di carbonio, titanio e acciaio che dà vita a uno scafo in grado di sollevarsi sull’acqua in velocità. La stessa ricerca di eccellenza tecnica si ritrova nei modelli Pelagos FXD. Cassa e disco della lunetta sono in un composito di carbonio hi‑tech, estremamente leggero e robusto; la lunetta la corona e i pulsanti ad azione diretta sono in titanio; il fondello e l’elemento che custodisce il movimento sono in acciaio inossidabile.

Leggibilità al primo posto

gentleman orologi Tudor e Alinghi Red Bull Racing M25707KN-001_FF_whiteInizialmente sviluppata in collaborazione con i sub e i nuotatori da combattimento della Marina francese, la cassa di questi modelli è impermeabile fino a 200 metri e caratterizzata dal design cosiddetto FXD. La sigla è la contrazione dell’inglese “fixed” e allude alle robuste barrette fisse per l’attacco del cinturino.

Entrambi gli orologi hanno una lunetta girevole bidirezionale con 120 tacche e rivestimento Swiss Super‑LumiNova Grade X1, un materiale luminescente che offre prestazioni fino al 60% superiori dopo due ore rispetto ai gradi standard di luminosità.

L’attenzione alla leggibilità è riservata anche alle informazioni dell’orologio: per monitorare il conto alla rovescia, momento chiave prima dell’inizio di una regata, le lunette sono graduate da 60 a 0. Un dettaglio di attenzione alla performance, in una partnership ulteriormente rafforzata dal logo Alinghi Red Bull Racing inciso sul fondello di entrambi gli orologi.

I quadranti e i cinturini

Tudor e Alinghi Red Bull Racing TUDOR_PELAGOSFXD_ARBR_LIFESTYLE_03

I quadranti dalla finitura opaca, dello stesso colore dello scafo dell’AC75, sono nella tonalità blu del team Alinghi Red Bull Racing con la lancetta dei secondi dalla punta rossa. Nel modello con cronografo, il rosso si trova anche attorno ai contatori. La sottile scritta “Alinghi Red Bull Racing” sovrasta il quadrante sul réhaut a 45°, tra ore 10 e ore 2.

Ben riconoscibili sono le lancette “Snowflake” e gli indici delle ore quadrati, elementi emblematici di Tudor fin dagli anni ’60, pensati per offrire una superficie luminosa più ampia. Sono realizzati in composito di ceramica luminescente, per garantire una leggibilità ottimale anche nelle situazioni più difficili.

Tudor e Alinghi Red Bull Racing TUDOR_PELAGOSFXD_ARBR_LIFESTYLE_01

Degno di nota è il cinturino ad anello in tessuto tipico di Tudor, uno dei primi marchi di orologi a offrirlo nel 2010. Come altri cinturini del brand è realizzato dai telai jacquard dell’azienda Julien Faure, della regione francese di St‑Etienne, che risalgono all’800.

Per i modelli Pelagos FXD, Tudor e Julien Faure hanno sviluppato un cinturino tecnico, costituito da una fascia di 22 mm di larghezza in tessuto jacquard “Team Blue” con tocchi di rosso, fibbia a “D” in titanio e sistema di chiusura a strappo. Si attacca alla cassa tramite barrette fisse e, per la prima volta, Tudor ha integrato un calibro cronografo in una cassa con questo tipo di barre.

I calibri di manifattura Tudor

Tudor e Alinghi Red Bull Racing M25707KN-001_OF_white

 

Si tratta, per il Pelagos FXD Chrono, del movimento di manifattura MT5813 con indicazione dell’ora, dei minuti e dei secondi, funzioni cronografiche e datario. Inoltre, presenta la finitura opaca caratteristica di tutti i movimenti di manifattura del brand e il classico rotore in tungsteno monoblocco a vista.

Con un’autonomia di 70 ore e spirale del bilanciere in silicio, questo movimento è certificato Cronometro dal Controllo Ufficiale Svizzero dei Cronometri (COSC) e le sue prestazioni superano gli standard definiti da questo organismo indipendente. L’orologio completamente assemblato offre infatti una precisione di -2 +4 secondi al giorno.

Tudor e Alinghi Red Bull Racing TUDOR_PELAGOSFXD_ARBR_BOAT_05Il modello a tre lancette è invece mosso dal calibro di manifattura MT5602 con indicazione di ore, minuti e secondi. Presenta un aspetto in linea con l’estetica generale dei calibri di manifattura Tudor: rotore in tungsteno monoblocco a vista, ponti e platina con superfici sabbiate e lucide alternate e decorazioni a laser.

 

gentleman editoriale gentleman febbraio 2024 pietro giuliani azimut

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo