Tendenze: le crociere di lusso

di Giada Barbarani

Dal Mar Mediterraneo a quello dei Caraibi, passando per il Rio delle Amazzoni e l’Antartide, le crociere di lusso sono sempre più richieste

Four Seasons Yacht

Scoprire il mondo da una prospettiva diversa, quella dell’acqua. Senza fretta, con un lento cambio di prospettiva. Osservare il mare infinito che, all’orizzonte, diventa tutt’uno con il cielo, prima che il prossimo porto o il profilo di una città si affacci sul panorama. Le crociere, con il loro ritmo calmo, soddisfano un bisogno ancestrale: quello della scoperta. Ma non solo: ci danno tempo e svago per noi stessi, per le nostre esigenze, assecondando i nostri bisogni. E, grazie alle proposte sempre più ampie di navi e servizi, oggi non c’è quasi più un desiderio dei clienti che non venga esaudito.

Il trend è in continua crescita: se da una parte la richiesta è sempre più alta, dall’altra l’offerta aumenta, tanto che molte società di hôtellerie di lusso stanno investendo in questo settore.

Four Seasons Yachts

gentleman viaggi crociere di lusso four seasons YCT_006_aspect16x9

Prima fra tutte, Four Seasons. Dopo Four Seasons Explorer, catamarano di lusso di 39 metri costruito da Image Marine di Perth (Australia), che per anni ha esplorato le acque e gli atolli delle Maldive e, dallo scorso ottobre, naviga alla scoperta di Palau, il gruppo di alberghi di lusso ha annunciato una nuova divisione: Four Seasons Yachts. In collaborazione con Nadim Ashi e Philip Levine, imprenditori leader nel settore del lusso, e Fincantieri, uno dei più importanti cantieri navali del mondo, il primo Four Seasons Yacht (sopra), con partenza prevista per la fine del 2025, sarà lungo 207 metri, largo 27, e ospiterà 14 ponti.

Il design è personalizzato nei minimi dettagli e la costruzione di ogni suite (95, compresa la Funnel Suite, su quattro livelli per 892 metri che comprendono anche una piscina e un’area termale privata) è costata 4,2 milioni di dollari (con l’opzione per altre due navi, si arriva a un investimento di circa 1,2 miliardi di euro). «Four Seasons Yachts rappresenta un nuovo capitolo della crescita della nostra azienda che continua a capitalizzare nuove opportunità per differenziare il brand attraverso esperienze di lusso immersive», spiega Alejandro Reynal, presidente e ceo di Four Seasons.

«Il primo yacht è l’espressione di questa visione e offrirà un’esperienza Four Seasons unica caratterizzata dal servizio autentico e personalizzato che i nostri ospiti conoscono e amano». Quindi, ristoranti, lounge e bar per soddisfare il palato di ogni ospite (si spazia dalla cucina mediterranea al sushi), Spa, piscina, sala cinema esterna…

Altri brand di hôtellerie di lusso che presto prenderanno il largo

Altri brand di hôtellerie di lusso che presto prenderanno il largo, Accor con Orient Express Silenseas: yacht ibrido a vela di 220 metri (qui sopra), realizzato da Chantiers de l’Atlantique, previsto per il 2026, avrà 53 cabine, due piscine, due ristoranti e un teatro; Aman, con Saman, un 180 metri con tecnologia dual fuel (gasolio e metanolo) in via di realizzazione a Genova da T.Marotti per 500 milioni di euro (consegna prevista 2026/2027), che avrà solo 47 suite dai 50 ai 200 mq (il che equivale a due persone di equipaggio per ogni passeggero), cinque ristoranti, Spa, due piattaforme per elicotteri e anche un sottomarino.

gentleman ritz carlton Spa - terrace

E poi ancora, The Ritz-Carlton Yacht Collection: con una flotta di tre navi (sopra, la terrazza della Spa), propone itinerari unici ed esperienze coinvolgenti, dal Mediterraneo ad Aruba, dai Caraibi al Nord Europa, come spiega Douglas Prothero, chief executive officer di The Ritz-Carlton Yacht Collection: «Stiamo rivoluzionando il settore delle crociere di lusso, creando una categoria del tutto unica, pensata per chi è alla ricerca di esperienze ineguagliabili, di itinerari altamente curati, di un accesso privilegiato e di un livello di personalizzazione mai visto prima in questo settore».

Crociere fluviali

gentleman viaggi crociere di lusso belmond

Esperienze uniche, ma molto più intime, in luoghi inaccessibili alle grandi navi, stiamo, infatti, parlando di una flotta di sette battelli da 4 a 12 ospiti, con la possibilità di essere affittati in esclusiva, sono quelle che propone Belmond con le sue crociere fluviali in Francia. Ad aprile, il lancio ufficiale di Coquelicot, A Belmond Boat, Champagne: disegnato dallo studio monegasco Humbert & Poyet, il battello ha sole tre cabine, un salone interno con uno champagne bar e un ampio ponte dotato di cucina all’aperto e sala da pranzo.

«Molto prima che i viaggi esperienziali diventassero di moda, Belmond ha sviluppato un portafoglio variegato di hotel, rotte in treno, crociere fluviali e safari per offrire esperienze uniche e autentiche, profondamente legate al territorio», spiega Dan Ruff, ceo del brand di ospitalità del gruppo del lusso Lvmh.

gentleman viaggi crociere di lusso Copia di Belmond Coquelicot-UD Lounge Seating Area

«Vogliamo continuare a spingerci oltre per promuovere l’arte del viaggio, rendere omaggio alle culture locali, creeremo nuove opportunità per i nostri ospiti, sosterremo la cultura contemporanea e ci impegneremo a favore di una maggiore responsabilità ambientale e sociale».

E così, nel programma di Coquelicot, la collaborazione con Maison Ruinart per offrire agli ospiti esperienze esclusive, tra cui un pranzo privato preparato a quattro mani da Valérie Radou, chef in residence di Maison Ruinart, e dall’head chef del Coquelicot, nonché un tour guidato privato della storica vigna di Taissy.

Navigare è green

gentleman kel 12 Nebyt - navigazione da Aswan ad Abu Simbel

Scoprire le comunità locali e rispettare l’ambiente è da sempre anche nel Dna di Kel12, uno dei leader italiani dei viaggi culturali e di qualità, primo travel partner di National Geography in Europa, che propone percorsi insoliti, per raggiungere mondi perduti e genti lontane, come spiega il ceo Gianluca Rubino (qui l’intervista).

«Solchiamo le vie d’acqua più suggestive al mondo, dal Grande Nilo a bordo di una tipica dahabeya (sopra), visitando in notturna anche i siti meno conosciuti, al fiume Mekong in veliero, scivolando tra templi, grotte e cascate. E poi, il Grande Nord alle Svalbard, nel Regno dell’orso polare, e la crociera in Antartide con la flotta Ponant, nel massimo lusso della nave Le Commandant Charcot (sotto), progettata come rompighiaccio. Si naviga sulle orme di Shackleton e dell’Endurance Odyssey verso il Mare di Weddel, per avvistare balene, foche e pinguini reali. Ma anche Oceania, Africa, Oriente, Mediterraneo…».

gentleman kel 12 Ponant_CREDIT PONANT (2)

Anche per Francesco Galli Zugaro armatore, fondatore di Aqua Expeditions (venduto in Italia da Going), crociere di lusso per esperti viaggiatori che non vogliono stare a bordo a farsi intrattenere, ma vedere davvero il Paese prescelto, «non è solo il viaggio che conta ma l’itinerario proposto e come viene organizzato».

gentleman viaggi crociere di lusso aqua expeditions Exotic-Riverboat-And-Small-Ship-Cruises-1-1920x1080

Zugaro propone sia mete classiche come il Mekong, il Rio delle Amazzoni, Bali e le isole vicine, sia altre meno percorse, come le Galapagos. L’Indonesia, Komodo, Raja Ampat e le Isole delle Spezie sono le più importanti proposte dove, sempre su navi realizzate appositamente, convivono ospitalità, vita di mare ed esplorazioni nella cultura locale.

Esplorare il lusso

Lusso ed eleganza, uniti al mondo dell’esplorazione e dell’avventura, sono le parole chiave anche di Seabourn, la compagnia del Gruppo Carnival specializzata in crociere ultra-luxury, con le due nave expedition Venture e Pursuit, realizzate anche queste dal cantiere genovese T.Mariotti e «progettate magistralmente per ospiti che sono alla ricerca di esperienze fuori dal comune», come ha raccontato il presidente Natalya Leahy.

gentleman viaggi crociere di lusso Silver_Nova_Suite_9097_Otium_0644

Scoprire le destinazioni nella maniera più immersiva possibile è quello che, invece, promette Silver Nova, l’ultima ammiraglia di Silversea (sopra, la suite): grazie al suo progetto asimmetrico e al layout orizzontale, con spazi pubblici e suite che coprono l’intera lunghezza della nave, si apre totalmente al mare.

Nella «battaglia navale» è sceso in acqua anche Manfredi Lefebvre d’Ovidio: l’ex proprietario di Silversea, venduto al gruppo Royal Caribbean per 1,2 miliardi di euro, ha acquisito, per 140 milioni di dollari, Crystal Cruise: l’obiettivo è una flotta di sei barche, già in mare due, Crystal Serenity e Crystal Symphony, completamente rinnovate da Fincantieri.

Per i più nostalgici, ecco le crociere Star Clippers (sopra): a bordo di tre velieri, repliche autentiche delle storiche navi «clippers» che dominavano gli Oceani nel XIX secolo, si naviga nel Mediterraneo, in Costa Rica e nei Caraibi, fino alle traversate del Canale di Panama e Oceaniche.

gentleman editoriale gentleman febbraio 2024 pietro giuliani azimut

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato
sul lifestyle del Gentleman contemporaneo